L’affondo di Vicari: «Via Milano, i tecnici non facciano i politici»
Città, Economia, Politica

L’affondo di Vicari: «Via Milano, i tecnici non facciano i politici»

Lo scorso gennaio il sindaco di Como, Mario Landriscina, ha annunciato ai microfoni di Espansione Tv che il Comune di Como avrebbe riaperto al mattino via Milano alta, tuttora chiusa al traffico dalle 7 alle 9 per agevolare il passaggio degli autobus.
Stefano Vicari, segretario cittadino di Forza Italia nonché rappresentante dei commercianti di via Milano Alta, a due mesi da quell’annuncio, ora sbotta: «Il sindaco Landriscina di recente mi ha assicurato che se ne stanno occupando gli uffici tecnici di Palazzo Cernezzi e che la cosa si farà. Ma non stiamo parlando di realizzare un palazzo. Non servono tempi biblici per togliere i limiti. I tecnici si devono sbrigare».
E rincara la dose, prendendosela direttamente con quei tecnici che a suo dire «vogliono fare politica». «Ognuno faccia il proprio mestiere – rimarca Vicari – I tecnici devono adeguarsi alle scelte che compie la politica. Se intendono fare altrimenti, ossia fare politica, però, scendano in campo chiaramente, e quindi chiedano i voti ai cittadini».
Il richiamo all’ordine di Stefano Vicari in merito alla questione di via Milano riapre di fatto la più ampia discussione sul piano generale del traffico urbano di Como, non varato dalla precedente giunta: «Riaprire l’asse di via Milano sarebbe un primo passo – dice il commerciante – per rivitalizzare un’area che va vissuta di più, per renderla più controllata. Altri passi fondamentali sono la rotatoria in piazza San Rocco, e la rotonda in via Grandi»

25 marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto