L’Africa attende il virtuoso lariano Leotta

Christian Leotta in concerto

Nuovi successi per il pianista comasco di fama internazionale Christian Leotta. Fra un paio di settimane partirà per la prima tournée del 2019, debuttando a Istanbul e a Kuala Lumpur. «Così sono 56 i Paesi dove avrò suonato fino ad oggi» commenta.
Ed è già fissato il primo ciclo delle Sonate di Schubert (cui sta dedicando un progetto discografico dopo quelle beethoveniane) nella storia di tutta l’Africa, organizzato nell’ambito del prestigioso Festival dell’Octobre Musical de Carthage a Tunisi, uno dei più noti festival di tutto il Mediterraneo.
La decima tournée in Giappone di Christian Leotta della fine del 2018 intanto miete entusiasti commenti sulla stampa specializzata del Sol Levante. La rivista “Ongaku no tomo” di febbraio ospita ad esempio una recensione del professor Takayoshi Nakamura che così commenta il ciclo di sette concerti The Schubert Project alla Alti Hall di Kyoto: «Questo ciclo schubertiano ha costituito senza ombra di dubbio un’eccezionale serie di concerti per tutti, e le straordinarie esecuzioni di Leotta hanno più che meritato il grandissimo successo riscosso (…) La D 960 è la sonata dove tutta la poetica di Schubert è espressa al massimo livello, e Leotta ci ha rivelato ogni cosa su essa, con calore, con profondità, con un’assoluta perfezione e senza mostrare alcun gesto superfluo».
Da parte sua il numero di febbraio di “Ongaku gendai” in una recensione di Yumi Notohara sottolinea che «nonostante la sua giovane età, Christian Leotta ha già costruito un suo mondo musicale davvero unico, dove l’ascoltatore è in grado di sentire l’infinito e lo spazio eterno del tempo. Il suo suono è ricco e grande, impreziosito da moltissimi armonici, specialmente quando suona gli accordi».
Non è un privilegio per soli giapponesi, tunisini, turchi e malesi: infatti si lavora in questi giorni al ritorno dell’interprete nella sua Como dove manca da anni. E pare sia in arrivo un ciclo di recital.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.