Laglio e Brienno, autopsia per i due motociclisti morti

Incidente mortale Brienno 1

Argegno e Missaglia, nel Lecchese, piangono i motociclisti morti a distanza di meno di 24 ore sulla statale Regina, a Laglio e Brienno.
Due incidenti mortali avvenuti giovedì e venerdì pomeriggio, che non hanno lasciato scampo a due uomini di 44 e 30 anni. In Procura a Como sono stati aperti due fascicoli e sono in corso gli accertamenti sulla dinamica dei tragici incidenti dei giorni passati.
È morto poco dopo le 17.30 di venerdì Fabio Angeloro, 30 anni, residente a Missaglia, in provincia di Lecco.
Il giovane era in sella alla sua moto, una Triumph acquistata solo pochi giorni fa, e stava percorrendo la statale Regina quando, all’altezza di Brienno, avrebbe perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro il muretto a bordo strada. Un impatto terribile, che non ha lasciato scampo al motociclista nonostante l’immediata richiesta di soccorso. Il 30enne è morto sul colpo.
Il pubblico ministero Antonio Nalesso ha aperto un fascicolo e ha disposto l’autopsia e il sequestro della moto. I carabinieri della compagnia di Como sono al lavoro per accertare la dinamica dell’incidente, che appare però ormai chiara e confermerebbe che non ci sono altri veicoli coinvolti.
A Laglio, invece, è morto, dopo l’impatto con un’auto di turisti tedeschi, Igor Gaetano Meola, 44enne di Argegno che giovedì pomeriggio stava tornando a casa quando, all’altezza di Laglio, la sua Ducati si è scontrata con la macchina che proveniva dalla Regina vecchia. Gli accertamenti in questo caso sono affidati alla polizia stradale. I mezzi sono stati sequestrati e la Procura ha disposto l’autopsia. Inevitabile l’iscrizione nel registro degli indagati del conducente della vettura coinvolta nello schianto.
Purtroppo anche in passato, lungo la strada statale che costeggia la sponda occidentale del lago si sono verificati altri incidenti molto gravi. In molte occasioni sono stati coinvolti dei motociclisti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.