Lariofiere: a settembre RistorExpo segnerà la ripartenza

Ristorexpo lariofiere

Il 26 settembre sarà una data importante. Sia perché aprirà la 23esima edizione di Ristorexpo a Lariofiere sia perché questo atteso evento rappresenterà la ripartenza dell’attività fieristica nel polo erbese che si affida proprio a uno degli appuntamenti da sempre tra i più partecipati dalle aziende e dagli operatori di settore. «Dopo l’emergenza sanitaria sarà un momento veramente emozionante e un nuovo avvio. Riallacceremo i rapporti in presenza, ci parleremo e progetteremo il futuro del settore della ristorazione ma anche di quello delle fiere, tassello imprescindibile per far ripartire l’economia lariana», ha detto Giovanni Ciceri, il presidente di Confcommercio Como, associazione che organizza la kermesse insieme a Lariofiere.

Ieri mattina l’annuncio della nuova data e la voglia di far sapere che tutto è pronto per mettersi alle spalle un periodo veramente difficile. Per questa edizione si dovrà rinunciare a uno dei padiglioni del quartiere fieristico, occupato dall’hub vaccinale fino al 30 novembre, ma Lariofiere insieme a Confcommercio Como e Lecco stanno lavorando per assicurare tutti gli standard qualitativi del passato e quelli legati alla sicurezza. «Finalmente – esordisce Fabio Dadati presidente di Lariofiere – siamo riusciti a riprogrammare la 23esima edizione della mostra seppur non nel periodo tradizionale – a marzo – che tornerà dal 2022».

L’inizio dell’autunno comunque rappresenta un periodo «favorevole per gli operatori del settore, a chiusura di una stagione estiva che già ora ha tutti i requisiti per dare risultati positivi, importanti e improntati a una vera e propria ripartenza – aggiunge il presidente Dadati – Così gli operatori, dopo un periodo di intenso lavoro in estate, potranno tornare a pianificare gli investimenti qui a Ristorexpo che metterà in vetrina soluzioni di qualità e valore».

Un appuntamento dunque dai tanti risvolti, sia economici per diversi settori che per la fiducia nel futuro. Il cartellone degli eventi, gli ospiti e i vari seminari verranno annunciati a settembre. Intanto l’obiettivo dichiarato è quello di coinvolger un bacino di 18mila visitatori di cui l’80% di operatori del settore. In tale delicata fase di ripresa sarà importante anche «il sostengo del Governo in tema di incentivi e ristori e di interventi a tutela del comparto. Noi, grazie alla collaborazione della Camera di Commercio di Como e Lecco e dello strumento rappresentato dal “Bando Fiere”, potremo assicurare agli espositori che parteciperanno una riduzione dei costi del 50%, un aiuto pensato per invogliare gli addetti a essere presenti», aggiunge Dadati. L’ultima considerazione infine riguarda alcune novità. «La mostra amplierà l’offerta con un’area dedicata ai prodotti e ai servizi per la sanificazione e l’igienizzazione dei locali pubblici, tema delicato e oggetto di particolare interesse», chiude il presidente Dadati.
L’appuntamento, che avrà come slogan “Ricomincio da me. Il nuovo umanesimo enogastronomico”, è fissato da domenica 26 a mercoledì 29 settembre a Lariofiere di Erba.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.