L’arte aiuta l’ospedale Valduce nel segno di Volta

Opera di Fabrizio Musa ed Enzo Santambrogio

L’arte comasca scende in campo nel segno dell’inventore della pila Alessandro Volta per aiutare l’ospedale Valduce in piena emergenza virus. “Con l’amico di sempre Enzo Santambrogio (che vi saluta da Zanzibar) – scrive il pittore Fabrizio Musa  su Facebook – abbiamo deciso di mettere a disposizione queste due opere realizzate a 4 mani e devolvere il ricavato per l’ospedale Valduce di Como”. Le opere si intitolano 120 Volt(A) e rappresentano le vecchie 10mila lire con il Tempio Voltiano intitolato allo scienziato e sono cianotipie e acrilico su carta cotone e pur essendo numerate sono tutte opere uniche. Le opere misurano  42×58 centimetri e sono già comprese di cornice. Info e contatti sulle pagine Facebook dei due artisti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.