L’arte di Lucini mette a tacere l’ego

Mostre in città
Ha avuto successo la mostra di Giovanni Lucini, uno dei più promettenti giovani artisti lariani di oggi, al Chiostrino di Sant’Eufemia, in piazzolo Terragni 4, a Como.
La personale è aperta ancora per pochi giorni ed è intitolata “Io non ci sono” (orario: dalle 10 alle 19.30). In mostra tre cicli di dipinti. Il primo, denominato “Biomeccanico”, risale al 2005 e al 2007; il secondo al 2008-2009 ed è incentrato su una ricerca di ambito “spaziale”; l’ultimo comprende una serie di opere “organiche”.

«Giovanni Lucini ci invita a guardare i dipinti che ha realizzato negli ultimi cinque anni con l’avvertenza che il suo io in quelle opere non c’è. Semplice provocazione? Macché. Il titolo di questa mostra va preso sul serio. Ma va forse inteso come un obiettivo, più che come un dato di fatto», scrive Roberto Borghi introducendo il percorso.
Esperto di arti marziali orientali che insegna a livello professionale, Giovanni è consapevole che l’ego, l’io, va “sospeso” per non rimanere impastoiati nelle sue illusioni e nelle sue paure e poter dare il via libera alla creatività, al sogno e alla fantasia. Ingresso libero.

Nella foto:
Sopra, un’opera di Lucini al Chiostrino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.