Le grandi firme del ciclismo prenotano il “Lombardia” 2021

Giro di Lombardia. Vincenzo Nibali vince nel 2017

È ufficiale l’elenco delle formazioni che parteciperanno al Giro di Lombardia, la “classica-monumento” di ciclismo in programma sabato 9 ottobre con partenza da Como e arrivo a Bergamo.
La lista è stata ufficializzata dagli organizzatori di Rcs Sport. Bisogna invece attendere qualche giorno per conoscere il percorso della gara, che è in fase di definizione. La presentazione ufficiale dell’evento sarà nella città orobica, mentre sul Lario, pochi giorni prima del via, ci sarà comunque una conferenza stampa per spiegare la logistica dell’evento e le limitazioni previsti nella fase in cui la manifestazione sarà concentrata a Como.
Il “Lombardia” sarà preceduto dalla Milano-Torino (mercoledì 6 ottobre) e dal Gran Piemonte (giovedì 7), corse che sono state appena presentate da Rcs Sport. Due “classiche” utili per farsi una idea sui valori in campo tra gli atleti che poi si sfideranno al sabato.
Come detto, è stato reso noto l’elenco delle formazioni che sono state ammesse al via: ci saranno 19 Uci World Teams (le più importanti) e 6 Uci ProTeams. Tra questi ultimi la Vini Zabù del comasco Davide Orrico e la Eolo-Kometa di Lorenzo Fortunato, erbese d’adozione, che quest’anno ha vinto al Giro d’Italia la tappa del Monte Zoncolan e che ha messo proprio il “Lombardia” come suo obiettivo di fine stagione.
Sabato 9 ottobre sul palco di piazza Cavour sfileranno alcuni tra i più grandi nomi del ciclismo mondiale. Tra le presenze annunciate, quelle di Vincenzo Nibali (primo in piazza Cavour nel 2015 e 2017, nella foto), degli sloveni Primoz Roglic (che ha appena conquistato la Vuelta di Spagna) e Tadej Pogacar, del belga Remco Evenepoel e dell’olandese Tom Dumoulin, dello spagnolo Alejandro Valverde e dell’australiano Ben O’Connor.
Non ci sarà invece, Jakob Fuglsang, vincitore della prova dello scorso anno, disputata il giorno di Ferragosto. Il danese, infatti, è stato vittima di una caduta al Benelux Tour e ha riportato una frattura alla clavicola sinistra. La sua stagione, quindi, è da considerare terminata. Fuglsang puntava dichiaratamente al bis e aveva imperniato la preparazione di fine 2021 proprio sulla “classica delle foglie morte”.
In attesa di conoscere il percorso definitivo, il coordinatore del comitato locale comasco, Paolo Frigerio, è al lavoro per fornire tutto il supporto necessario agli organizzatori della manifestazione ciclistica.
Non è da escludere, come in passato, l’organizzazione di eventi, soprattutto incontri con grandi personaggi del ciclismo, anche se il fitto calendario di fine stagione non facilita certo il compito.
Al “Lombardia” è legata anche l’omonima Gran Fondo, curata sempre da Rcs Sport, in programma il giorno successivo, domenica 10 ottobre. La manifestazione sarà tutta comasca, con base di partenza e arrivo a Cantù e tragitto disegnato nel Triangolo Lariano con i passaggi su salite iconiche come il colle del Ghisallo e il Muro di Sormano. Quest’ultimo sarà comunque facoltativo; chi vorrà potrà utilizzare la strada “normale” che sale verso la Colma.

jakob Fuglsang
Ciclismo, Giro di Lombardia 2020, il vincitore Jakob Fuglsang
Antonio Molteni Primoz Roglic
Primoz Roglic, vincitore della Vuelta, al Ghisallo con Antonio Molteni, presidente del Museo del Ciclismo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.