Le polveri sottili tornano a crescere: possibile nuovo blocco nel weekend

Smog Como

Tornano a salire le polveri sottili in riva al Lario. In città, negli ultimi dieci giorni, soltanto tre volte le concentrazioni di Pm10 sono state, seppur di poco, al di sotto del livello di guardia, fissato a quota 50 microgrammi di polveri per metro cubo d’aria. Una boccata di aria respirabile che si è aperta venerdì 3 gennaio per chiudersi domenica 5, dopo le impennate dei giorni precedenti. La Befana, oltre ai dolciumi nelle calze, ai comaschi ha regalato anche il ritorno delle Pm10 sopra i limiti: 51 microgrammi il 6 gennaio e 70 martedì, ultimo dato disponibile, il più elevato dal 29 dicembre.
Polveri di nuovo alte anche a Cantù dove, dopo ben cinque giorni di relativa tranquillità, martedì sono balzate a quota 58 microgrammi. Pure a Erba, dopo tre giorni di concentrazioni basse, le Pm10, sempre martedì, sono salite a 57 microgrammi.
La qualità dell’aria che si respira sul territorio lariano sta insomma peggiorando ovunque e per i prossimi giorni non sono attesi miglioramenti visto che, secondo le previsioni dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa), le condizioni meteo saranno favorevoli all’accumulo degli inquinanti in Lombardia almeno fino alla giornata di sabato.
Non si esclude dunque che le misure di primo livello antismog – con il blocco dei veicoli diesel Euro 4 tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30 – possano essere riattivate a Como e a Cantù (gli unici comuni lariani con più di 30mila abitanti) già a partire dal fine settimana.
Ieri a Milano l’assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo ha fatto il punto della situazione.
«I dati di questi primi 7 giorni del 2020 sono critici, ma non sono né drammatici né anomali se paragonati al passato – ha detto Cattaneo – Sono migliori di quelli di altre zone del Bacino Padano, come Torino o Venezia». L’assessore ha escluso che nei prossimi giorni possa essere temporaneamente vietata anche la circolazione dei diesel Euro 5.
Per quanto riguarda infine le misure permanenti, l’assessore Cattaneo ha detto di prevedere che per tutta «la prossima stagione invernale, dunque dal prossimo ottobre, scatterà il blocco dei diesel Euro 4».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.