Le segreterie degli studenti di 40 università italiane si confrontano all’Insubria

Il Chiostro di Sant'Abbondio università dell'Insubria di Como

È ai nastri di partenza UniStud, il coordinamento organizzativo delle Segreterie studenti delle Università italiane, organizzato in collaborazione con l’Università dell’Insubria e il consorzio interuniversitario Cineca. Per la quinta edizione, in programma a Como il 30 e 31 maggio, sono attesi circa 150 partecipanti provenienti da una quarantina di atenei di tutta la Penisola. Ad accoglierli nella prima giornata di lavori il Teatro Sociale, nella seconda invece l’aula magna del Chiostro di Sant’Abbondio, sede dell’Insubria.

La prima giornata è aperta dal saluto del rettore dell’Insubria Angelo Tagliabue e da Barbara Pozzo, direttore del Dipartimento di Diritto economia e culture. Tra gli ospiti attesi ci sono anche il prefetto di Como Ignazio Coccia e il sottosegretario del Ministero dell’Interno, onorevole Luigi Gaetti, con un focus autorevole sulle problematiche legate alla protezione dell’identità nella gestione delle carriere universitarie per i collaboratori di giustizia.

Le tematiche delle due giornate di convegno vertono poi sulle tasse, la dichiarazione Isee, la motivazione allo sportello, l’orientamento e la comunicazione efficace con un intervento di chi ha esperienza diretta sul campo e, come ogni anno, l’immancabile Gasp, ovvero un florilegio di «Gemme ascoltate allo sportello», tra la comicità involontaria degli studenti italiani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.