L’ex Politeama riaprirà ai comaschi: in primavera previsto un evento culturale

Il Cinetetatro Politeama

Riaprire ai comaschi il Politeama, l’ex cineteatro di Como in piazza Cacciatori delle Alpi. È questo l’obiettivo dell’evento a cui sta lavorando il liquidatore della Società Politeama Srl Francesco Nessi, le cui quote per l’82% sono del Comune di Como. Si tratta di un evento culturale strettamente collegato all’immobile, a quanto è trapelato ieri. Pare si lavori a un grande archivio della memoria che possa ospitare testimonianze fotografiche e documenti relativi alla storia quasi secolare del glorioso palcoscenico. Dove si sono esibite star come Vittorio Gassman ed Erminio Macario ma anche il grande jazzista Duke Ellington e dove hanno portato il verbo della rivoluzione futurista gli artisti al seguito di Filippo Tommaso Marinetti. Una storia gloriosa insomma che va dalla letteratura alla prosa all’avanspettacolo senza dimenticare il cinema, che è stato l’attività prevalente del Politeama negli ultimi anni fino alla chiusura.
Ieri mattina, assieme ai proponenti dell’evento, è stato compiuto un sopralluogo nella struttura che è fortemente ammalorata e attende tra l’altro il via libera della Soprintendenza per le impalcature sulla facciata, dopo che in settembre sono state messe in sicurezza le pensiline arrugginite sulla piazza.
«Stiamo valutando alcuni aspetti relativi alla sicurezza e con gli esperti stiamo cercando di studiare un percorso all’interno del Politeama, dove appunto sviluppare l’evento e che possa essere visitabile dai cittadini in tutta sicurezza», spiega Nessi.
Il tempo e le condizioni di abbandono stanno accelerando inevitabilmente i segni di degrado nella struttura, un bene nel cuore della città che attende da anni, oramai troppi, di essere salvato e destinato a una nuova vita. 
La missione dell’evento che sarà organizzato all’interno dell’immobile è fare in modo che la città e i suoi abitanti non si dimentichino della struttura che sorge in piazza Cacciatori delle Alpi. L’evento, in programma per la primavera del 2020, sarà come detto un percorso guidato per conoscere meglio la storia dell’ex cineteatro, inaugurato nel 1910 e chiuso dal 2005.
Sul fronte della vendita, a breve è attesa la nuova perizia necessaria per conoscere il valore della struttura al fine di attivare una nuova manifestazione di interesse.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.