Lietocolle pubblica “La porcellana tace” di Lela Zečković

Michelangelo Camelliti editore di Lietocolle

Un altro titolo si aggiunge alla collana “Altre Terre” dell’editrice di Paré LietoColle, fondata da Michelangelo Camelliti e sempre più aperta ad autori di livello internazionale. La nuova iscita è “La porcellana tace” che contiene la raccolta di prosa “Una strada con castagni” e le raccolte di poesia “Belvedere” e “Lapislazzuli”, per la prima volta in Italia. Queste raccolte compongono insieme l’intera opera letteraria di Lela Zečković in nederlandese, tradotta in italiano da Patrizia Filia.
Lela Zečković, poetessa, traduttrice e docente di Slavistica all’Università di Amsterdam, nasce nel 1936 nella cittadina di Varaždin, nell’attuale Croazia, e muore nel 2018 a Trieste dove risiedeva dal 2010, non senza però trascorrere periodi anche a Zagabria. Nel 1959 sposa il poeta nederlandese Hans Faverey (1933-1990) e nel 1960 si trasferisce nei Paesi Bassi. Tra altri, ha tradotto in nederlandese gli scrittori Danilo Kiš, Miroslav Krleža e Aleksander Tišma. Per la sua prima raccolta di poesie in lingua nederlandese, Belvédère, riceve nel 1983 il premio Lucy B. e C.W. van der Hoogt.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.