Lo striscione dei tifosi azzurri al Sant’Anna: «Siete eroi veri»

Striscione tifosi Como

«Dagli spalti del Sinigaglia, continuate questa battaglia. Volontari, medici e infermieri eroi veri». I tifosi del Como con questo striscione, appeso all’ingresso dell’Ospedale Sant’Anna, hanno voluto manifestare la loro vicinanza a chi quotidianamente nel nosocomio è impegnato a curare i pazienti per l’emergenza Coronavirus.
Un ulteriore atto dei sostenitori lariani, che già avevano donato al Sant’Anna l’equivalente della spesa per la trasferta di Lecco, che era teoricamente in programma domenica scorsa.
Lo stesso Como 1907 è stato tra i primi club del nostro Paese a muoversi con un intervento importante, i 100mila euro destinati all’Ospedale Sant’Anna.
Ieri mattina, intanto, si è tenuta in call conference la prima riunione del tavolo permanente sull’emergenza Covid-19 tra Lega Pro e Associazione calciatori. L’incontro si è aperto con il comune impegno teso a portare a termine il campionato di serie C auspicando che le condizioni sanitarie lo consentano, in attesa delle indicazioni delle autorità.
Il tavolo si è già attivato per valutare e quantificare l’entità dei danni subiti e di quelli che nel prossimo futuro i club si troveranno ad affrontare.
Non appena verrà pubblicato il testo del Decreto “Cura Italia” – spiega la nota di Lega Pro – ci sarà un confronto sugli strumenti da porre in campo per fronteggiare la situazione d’emergenza.
Nella riunione è stato anche deciso di posticipare la ripresa degli allenamenti. «Lega Pro e Assocalciatori hanno condiviso un percorso per affrontare insieme i sacrifici che la crisi richiederà – aggiunge il comunicato – Preso infine atto delle disposizioni delle autorità e della Federazione medico sportiva, che individuano nei giorni a venire il periodo del possibile “picco massimo” dei contagi da Coronavirus Covid-19, Lega Pro ed Aic hanno ritenuto doveroso e prudente per la tutela della salute di tutti gli addetti ai lavori dei club, posticipare alla data del 3 aprile il termine fino al quale dovrà essere osservata la sosta delle attività».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.