L’Osservatorio permanente del frontalierato diventa realtà. Avrà sede a Villa Saporiti

Villa Saporiti, sede della Provincia di Como
Villa Saporiti, sede della Provincia di Como, sarà anche sede del neonato osservatorio del frontalierato
Villa Saporiti, sede della Provincia di Como, sarà anche sede del neonato osservatorio del frontalierato

L’osservatorio permanente del frontalierato è realtà.

Dopo il voto dei consigli provinciali di Como e Varese, il nuovo organismo è stato costituito formalmente per un periodo di 3 anni, rinnovabili.

La sede sarà a Villa Saporiti, a Como, e i componenti saranno al massimo quindici.

I lavoratori italiani che ogni giorno vanno a lavorare in Svizzera sono quasi 63mila, residenti in particolare nelle province di Como e di Varese.

«Per la sua rilevanza economica, ma anche per le sue ricadute sociali e nel campo della formazione-istruzione – precisano i promotori dell’iniziativa – è opportuno che il fenomeno sia oggetto di costante ed attento studio, al fine di poter valutare le sue conseguenze sui territori italiani di confine e sui cittadini».

Il nuovo organismo si occuperà in particolare di «monitorare i flussi dei lavoratori frontalieri, di divulgare le corrette informazioni su opportunità e problematiche connesse al lavoro transfrontaliero e di recepire le istanze dei lavoratori frontalieri per farsi parte attiva a livello politico nei confronti di tutti quegli enti, pubblici o privati, che a vario titolo ne sono coinvolti e possono fornire adeguate e ragionevoli risposte».

Saranno proposte anche iniziative di informazione sul territorio per far conoscere il fenomeno del frontalieri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.