Mantero: «Dimenticato chi organizza grandi eventi»

Moritz Mantero

«Orticolario esiste, resiste e insiste. Non è rimasto paralizzato dalla situazione generale, con “The Origin” che è la sua versione online, e che ha totalizzato in quattro mesi gli stessi visitatori che nel 2019 abbiamo avuto in tre giorni di manifestazione in presenza nel parco e nei padiglioni di Cernobbio, ha tenuto alta l’attenzione sulla manifestazione dando voce ai suoi protagonisti. Ma come tutti gli altri eventi avverte il bisogno di essere rappresentato e sostenuto dalle istituzioni: la mancanza di supporto può causare un danno irreparabile a un settore portante per l’economia».
A parlare è Moritz Mantero, nella foto, imprenditore tessile lariano e presidente della manifestazione di Villa Erba che l’anno scorso causa Covid non si è tenuta. Si spera che quest’anno non si debba replicare l’annullamento per l’evento fissato in autunno. Intanto Mantero punta i riflettori sulla necessità di una cabina di regia istituzionale che tuteli soprattutto i grandi eventi lariani «che non possono aspettare l’ultimo minuto per potersi organizzare secondo i propri standard. Orticolario non si improvvisa in quattro e quattr’otto in pochi giorni». E aggiunge a tal proposito: «Chi organizza eventi lavora e investe sul futuro, dà forma a qualcosa che verrà. Per fare questo, sono necessarie sia linee guida che consentano di pianificare e programmare – due attività imprescindibili per chi si occupa di manifestazioni – sia supporti concreti che ne garantiscano la continuità».
Mantero insomma chiede di poter lavorare ma su basi diverse. «Ci sono migliaia di eventi sul Lario, ma nessuno se ne sta occupando, stiamo annaspando. E le spese ci sono lo stesso. Siamo dimenticati anche se produciamo benessere per il territorio».
La piattaforma “The Origin” messa a punto con esperti americani rimarrà anche dopo la pandemia. «È un progetto innovativo che di fatto è una “app” ancora più efficiente. Il digitale ci dà una grossa mano – dice Moritz Mantero – e per consolidare il rapporto con il territorio abbiamo lanciato la “Lotteria di primavera” di Orticolario per sostenere le attività sociali di alcune realtà locali esse pure colpite dalla pandemia nelle loro attività».
I biglietti possono essere acquistati fino al 30 aprile. L’estrazione avverrà il 10 maggio a Villa Bernasconi con diretta sui canali social di Orticolario. L’intero ricavato sarà devoluto al Fondo Amici di Orticolario che consente di realizzare progetti culturali e sociali di cinque associazioni che operano sul territorio lariano e collaborano attivamente alla realizzazione dell’evento quali Abio Como, Associazione Volontari di Ps Croce Azzurra Odv, Gruppi di Volontariato Vincenziano, Cooperativa Sociale Sim-patia e Società Cooperativa Sociale “Il Sorriso”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.