Mar Rosso, nessuno rinuncia

alt In vacanza nonostante gli scontri
Le agenzie di viaggio cittadine confermano: «Partenze continue». Molti però chiedono informazioni

(f.bar.) L’Egitto continua a bruciare. Ma se nelle città la rivolta prosegue, nelle rinomate località turistiche del Mar Rosso tutto sembra essere tranquillo. E i venti di guerra in arrivo dalla terra delle piramidi, non frenano la voglia dei comaschi di partire, come confermato dalle agenzie di viaggio cittadine.
«Ho attualmente 10 turisti in Egitto e non hanno avuto alcun problema. Anche oggi (ieri, ndr) – spiegano da “Ganesh Viaggi” – sono partiti altri comaschi. Non ci sono preoccupazioni

particolari per le località di villeggiatura. Tutto, come confermato nelle scorse ore anche dalla Farnesina, è sotto controllo. Ovviamente, continueremo a monitorare ogni giorno l’evolversi della situazione, pronti a dare le informazioni necessarie a chi si trova là e a bloccare chi volesse partire».
La realtà egiziana viene analizzata costantemente. «In tanti ci chiedono informazioni. Attualmente non abbiamo persone in partenza e quindi siamo tranquilli. Anche noi, comunque, ci teniamo aggiornati per essere pronti a rispondere alle domande dei nostri clienti», spiegano da “Frigerio Viaggi”.
Nelle ultime ore, intanto, anche l’Italia si è mossa. È infatti stata indetta una riunione d’emergenza tra il presidente del consiglio, Enrico Letta, e il ministro degli Esteri, Emma Bonino, per analizzare la situazione.
«Non abbiamo segnali critici in arrivo dalle località balneari, mete predilette dei nostri clienti – spiegano dall’agenzia di viaggio “Le Marmotte” – Anche perché gli egiziani stessi ci tengono a non influire negativamente su un settore, quello turistico, che per loro è di vitale importanza».
Da Como, dunque, le partenze programmate con destinazione Egitto non hanno subìto alcuna modifica. «L’unica avvertenza in arrivo dalla Farnesina è ovviamente quella di sconsigliare i viaggi al Cairo – precisano dalla “Viaggi Plinio” – E così ovviamente stiamo facendo. Nessun problema invece per le altre mete. Noi abbiamo in partenza, la prossima settimana, 5 turisti e non abbiamo ricevuto disdette. Tutto è normale. Se nelle prossime ore la situazione, come si spera, non dovesse degenerare anche in altre zone del Paese, non prevediamo cancellazioni di alcun genere».

Nella foto:
Un villaggio turistico sul Mar Rosso. Gli scontri che stanno insanguinando in questi giorni l’Egitto non hanno interrotto il flusso di vacanzieri lariani

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.