Maratona di 330 chilometri tra le vette della Valle d’Aosta. Si scommette per beneficenza

alt L’iniziativa dei “Muscoli del Lario” alla massacrante “Tor des Geants”
Da una parte c’è la sfida estrema al “Tor des Geants”, l’endurance della Val d’Aosta considerato il più duro al mondo, con 330 chilometri di corsa e 24000 metri di dislivello su di un percorso che si snoda lungo le alte vie della valle tra Monte Bianco, Monte Rosa, Cervino e Gran Paradiso. Dall’altra la volontà di fare uno sforzo immane, che non è esagerato definire mostruoso, con uno scopo benefico. Ovvero raccogliere soldi e fondi in favore di Dario, un ragazzo comasco di 25 anni affetto da una malattia genetica rara, nota come “Atassia di Friedreich”. 

 La sfida è lanciata dai “Muscoli del Lario”, una squadra sportiva dilettantistica. A cimentarsi con i “giganti” della Valle d’Aosta saranno in cinque, Corrado Ratti, Fernando Mazzola, Matteo Daverio, Ivano Marelli, Riccardo Cappelletti. La partenza da Courmayeur il 7 settembre. Sono 700 gli iscritti, e il vincitore dovrebbe giungere non prima di tre giorni dopo, dopo quasi 80 ore di impegno. Confrontandosi con il mangiare e il dormire in condizioni estreme. «Speriamo almeno nel meteo, che sia clemente – dice Daverio, uno dei cinque “muscoli” in gara – È da dicembre che ci prepariamo. Sarà importante gestire le ore di sonno. Dicono però che dovrebbe esserci luna piena, e questo è già un aiuto importante che conforta».

L’attenzione alla sicurezza è massima: ogni 50 chilometri ci sarà un campo base, mentre i rifornimenti saranno ogni 10 chilometri. Ma come sarà possibile raccogliere fondi per Dario? O con un bonifico (è possibile consultare il sito www.imuscolidellario.it) oppure in un modo particolare. «Si potrà scommettere su uno di noi, promettendo una somma fissa a ogni chilometro percorso». Al vincitore della scommessa verrà dato un premio, oltre a quello ben più grande ed importante di aver fatto beneficenza.

Nella foto:
Foto di gruppo per “I Muscoli del Lario”: in cinque andranno in Valle d’Aosta

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.