Marche, parchi e spiagge chiusi

Ordinanza presidente Regione dispone ulteriori restrizioni

(ANSA) – ANCONA, 19 MAR – Nelle Marche chiusi al pubblico, con divieto d’accesso, spiagge, parchi, parchi gioco e giardini pubblici. Uso della bicicletta e spostamento a piedi consentiti esclusivamente per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari). Lo stabilisce l’ordinanza numero 10 firmata dal presidente della Regione Luca Ceriscioli che dispone ulteriore provvedimenti restrittivi nell’ambito dell’emergenza coronavirus. Nel caso in cui la motivazione degli spostamenti "sia l’attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione e deve essere svolta individualmente".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.