Max Papis è tornato in Nascar. Una gara all’insegna della grinta

alt

Automobilismo – Negli Usa

Max Papis torna al volante di una Nascar – l’Olimpo dell’automobilismo in America – e conclude una gara degna del suo soprannome: Mad Max, Max il matto.
Già, perché domenica sullo stradale di Watkins Glen – Stato di New York – il pilota comasco è stato autore di una rimonta mozzafiato. Max è tornato al volante di una Nascar, un bolide da 800 cavalli e oltre trecento all’ora, per sostituire l’infortunato Tony Stewart nella gara di Watkisn Glen.
Papis è partito dalla 29ª posizione (su 42 concorrenti) e ha condotto

una gara all’arrembaggio. Il lariano è risalito evitando contatti e incidenti – cosa non facile nel budello del Glen – e si è portato a ridosso della 20ª posizione. Al 44° giro, invece, Max è stato mandato in testacoda da Greg Biffle e si è ritrovato praticamente in fondo al gruppo. Qui è iniziata la furiosa rimonta: da 33° a 15° in pochi giri. Una corsa esaltante. «Mi sentivo come in “Giorni di Tuono”, il film – ha commentato Max alla fine della gara – Siamo risaliti dal fondo fino al centro del gruppo: abbiamo combattuto con grinta, e io ho guidato al meglio delle mie possibilità». Ancora non si conosce il sostituto di Stewart per la prossima gara, ma non dovrebbe essere Max: il comasco infatti è uno specialista degli stradali, mentre la corsa sarà su un ovale.

Andrea Bambace

Nella foto:
Max Papis sul circuito stradale di Watkins Glen. Il comasco è partito dalla 29ª posizione (su 42 concorrenti) e ha condotto una gara d’attacco, chiudendo 15°

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.