Mazze da baseball per minacciare una escort e il suo ragazzo: a processo una banda di rumeni

Dogana di Ponte Chiasso, frontiera, confine con la Svizzera

Sono accusati a vario titolo di rapina, estorsione e lesioni aggravate al fine di farsi pagare la “protezione” da una escort (che lavorava a Chiasso) e dal suo ragazzo. Fatti avvenuti a Ponte Chiasso nei primi giorni di gennaio del 2019, e che portarono la ragazza – una rumena di 29 anni – a raccontare tutto ai carabinieri della compagnia di Como. Le indagini avevano portato a identificare quattro dei cinque presunti protagonisti, finiti di fronte al giudice dell’udienza preliminare. Gli indagati sono rumeni, connazionali delle vittime, e hanno rispettivamente 26, 37, 37 e 49 anni.

L’udienza si è aperta oggi, è stata poi rinviata a febbraio. La vicenda aveva riguardato fatti di cronaca avvenuti a cavallo del confine, tra Chiasso (dove la ragazza lavorava come escort in un club) e Ponte Chiasso. Il primo a essere preso di mira fu il ragazzo della giovane, un 32enne residente a Massagno, circondato con delle mazze da baseball e picchiato. Nel pestaggio venne anche rapinato di 4.500 euro e di un Rolex del valore di 4mila euro che aveva al polso. Il motivo dell’aggressione sarebbe da ricercare nel fatto che la banda di rumeni si “proponeva”, con metodi violenti, per fare da protettori alla ragazza attiva nel campo della prostituzione.

Il pestaggio con rapina avvenne il 10 gennaio del 2019. Solo due giorni dopo, toccò alla ragazza venire avvicinata dai presunti responsabili ora finiti davanti al giudice. Il 12 gennaio 2019, infatti, la 29enne venne minacciata dalla banda che chiedeva soldi per “proteggerla”. Una minaccia che tuttavia spinse la giovane non solo a non accettare di pagare, ma anche ad andare dai carabinieri della compagnia di Como per raccontare quello che le stava accadendo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.