Mense scolastiche, controlli dei Nas a Ponte Chiasso
Cronaca

Mense scolastiche, controlli dei Nas a Ponte Chiasso

Il Comune: tra 15 giorni più ore per il personale Il dirigente di Palazzo Cernezzi: «La mancanza di personale è un problema storico»

Si torna a discutere delle mense scolastiche di Como, sotto esame fin dai tempi della precedente giunta di centrosinistra che non è riuscita a varare l’annunciato “centro cottura” unico previsto nella primaria di via Isonzo a Prestino.

Ieri mattina i Nas (Nuclei Antisofisticazioni e Sanità) dei carabinieri hanno effettuato un’ispezione a Ponte Chiasso.

«Non è emersa alcuna criticità da questo controllo – spiega il neoassessore alle Politiche educative di Palazzo Cernezzi, Angela Corengia – Non ci risultano segnalazioni da parte dei genitori e possiamo garantire che il servizio di ristorazione in questo momento è ottimo».

Giovedì scorso i sindacati erano andati all’attacco del Comune di Como parlando di una «situazione drammatica» a proposito delle cucine assegnate a una ditta esterna, affermando che vi sono «bambini di serie A e di serie B», in riferimento al servizio mensa offerto agli alunni delle scuole «sprovviste di cucine interne».

A risentire della «mancanza di personale e dell’orario ridotto dei dipendenti della ditta» sarebbero – secondo i sindacati – «la pulizia, l’igiene e la qualità del servizio».
«La situazione è delicata e staremo a vedere come si evolve. Noi continuiamo a fare il nostro lavoro», commenta Michele Mecenero, responsabile di Euroristorazione, la ditta di Garbagnate Milanese a cui è stato affidato il servizio mense scolastiche di Como.

«Il sindacato non è mai stato d’accordo con l’esternalizzazione del servizio e con il lungo tragitto, 40 chilometri, che il cibo deve percorrere per arrivare sulle tavole delle mense comasche – spiega il dirigente comunale Giovanni Fazio – La mancanza di personale è un problema storico, siamo tirati e lo sappiamo, ma l’amministrazione si sta muovendo per cercare di rendere meno pesanti i carichi di lavoro. Con i sindacati abbiamo già concordato un aumento di 42 ore settimanali per le cuoche part-time e di 24 ore per aiuto cuoche e addette alla pulizia. Un’integrazione che entrerà in vigore a metà dicembre. Stiamo aspettando il piano assunzionale, ma per ora riusciamo a coprire il servizio con il personale a disposizione. I sindacati – conclude il dirigente del Comune – attaccano anche sul fronte della pulizia e dell’igiene, ma noi non abbiamo evidenza di problemi da questo punto di vista».

Intanto Angela Corengia, assessore da pochi giorni, ha annunciato che la prossima settimana avrà un incontro con i responsabili del servizio. «Sono appena arrivata – dice l’assessore – Datemi il tempo di fare una ricognizione della situazione».

1 Dicembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


UN COMMENTO SU QUESTO POST To “Mense scolastiche, controlli dei Nas a Ponte Chiasso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto