Morto travolto dall’impalcatura, richieste due condanne

Canzo

La pubblica accusa ha chiesto ieri una doppia condanna a 10 mesi per i due imputati nel processo per la morte sul lavoro di un fabbro di Canzo, il 69enne Giovanni Paredi. Iscritti sul registro degli indagati e poi in aula sono finiti il presidente del consiglio di amministrazione dell’azienda in cui avvenne il fatto (un 53enne di Canzo) e un 50enne di Castelmarte, amministratore con delega alla sicurezza di una ditta di ponteggi.

L’incidente avvenne sempre a Canzo il 19 settembre 2016. Mentre erano in corso le operazioni di svuotamento di un silos, la struttura collassò e una parte del ponteggio schiacciò il fabbro. Il giudice Valeria Costi ha rinviato l’udienza ai primi giorni di ottobre, quando toccherà alle difese prendere la parola.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.