Mostra alla “Cornice” di Lugano

astrid-fremin=maschera-petit-poucetpic

L’8 settembre a Lugano apre alla galleria “La Cornice” in via Giacometti 1 la mostra “Insolidi” dedicata agli artisti Astrid Fremin e Lucio Maria Morra. La mostra resterà aperta fino al 6 ottobre 2021. Orari della galleria: lu-ve 8.00 /12.00 e 14.00 /18.30   sa 9.00/12.00. Astrid Fremin è nata nel 1963 in Normandia (Francia). Dal 1991 vive in Italia, in Provincia di Cuneo. È laureata in Storia Generale dell’Arte presso la Scuola del Louvre di Parigi, con specializzazione in Arte dell’Africa e dell’Oceania. Durante questi anni di studio compie diversi viaggi formativi in Spagna, in Germania, a Amsterdam, Londra, Berlino, Istanbul, in Italia e Grecia. Nel 1986 soggiorna a New York dove incontra uno stimolante ambiente artistico (Antoine Boots, Andrea Grassi, Gonzalo Fonseca) e decide di dedicarsi alla scultura.

Lavora prevalentemente la pietra e il marmo a intaglio diretto. Nel 2009 comincia a realizzare ragnatele in corda di canapa e nel 2012 viene iniziata alla pittura poetico-visiva dal pittore Dario Damato.

In seguito queste tecniche ed altre ancora (impronte su tela, su creta, assemblaggio di ritagli di tela su legno, ecc.) vengono progressivamente applicate ad eventi interattivi.

Dal 2015 collabora regolarmente con Lucio Maria Morra per la realizzazione di performance, installazioni e opere di land art.

Lucio Maria Morra nasce nel 1952 a Fossano (Italia). Studia Matematica Pura presso l’Università di Torino. Nel 1976 intraprende il cammino dell’Arte e la professione di pittore. Nel 1977 si trasferisce in Brasile, dove risiede fino al 1983. Tornato in Italia, vive stabilmente in Provincia di Cuneo.La sua eclettica produzione nell’ambito delle arti figurative viene continuativamente integrata da una sostanziale attività di studio, ricerca creativa e di promozione culturale. Da questa versatile prerogativa scaturisce nel 1984 il suo interesse per la Gnomonica, l’arte delle meridiane, che diventa nel 1986 la sua principale attività professionale. Nel 2012 riporta risolutamente in primo piano la sua libera produzione pittorica e dal 2015 collabora regolarmente con Astrid Fremin per la realizzazione di performance, installazioni e opere di land art.

Al di là della dimensione professionale, egli stesso ha sempre interpretato il proprio percorso artistico soprattutto come un cammino interiore. Dal 1998 è monaco buddhista di tradizione Zen, responsabile del Dojo Zen Sanrin di Fossano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.