Mozzate, pistola in pugno assaltano la sala giochi

La rapina nel primo pomeriggio di ieri
Due banditi armati hanno fatto irruzione al Las Vegas. Bottino 10mila euro
Rapina alla sala giochi Las Vegas di via Piccinelli a Mozzate. Due malviventi, armati di pistola, hanno minacciato il dipendente e i due clienti presenti nel locale riuscendo a impossessarsi di un bottino di circa 10mila euro.
I due banditi hanno fatto irruzione nella sala giochi nel primo pomeriggio di ieri, una manciata di minuti prima delle 14. Entrambi di corporatura robusta, parlavano con accento straniero e avevano i volti coperti da passamontagna.
«Uno dei malviventi si è rivolto ai due clienti che stavano giocando. Li ha minacciati e li ha costretti a sdraiarsi per terra – racconta il titolare del locale, Mirko Rossi – L’altro si è diretto al box adibito a ufficio». Pistola in pugno, ha intimato al dipendente di aprire la porta. «Ha fatto sdraiare a terra anche lui e si è impossessato delle buste con i contanti e delle monete conservate nell’apposito contenitore», aggiunge il titolare.
Un bottino di circa 10mila euro, racimolato in un paio di minuti. I due sono poi fuggiti a piedi facendo perdere le tracce. L’ipotesi è che un terzo complice li attendesse poco lontano, a bordo di un mezzo con cui i malviventi sono fuggiti. L’impianto interno di videosorveglianza ha registrato l’intera rapina. I fotogrammi ora sono al vaglio dei carabinieri della stazione di Mozzate che stanno cercando di risalire alla banda che ha messo a segno il colpo.

Laura Omodei

Nella foto:
La drammatica sequenza della rapina messa a segno ieri a Mozzate. Un bandito entra nella sala giochi e punta la pistola contro i due clienti presenti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.