Natale, tra Como e Chiasso è guerra commerciale

Storie di frontiera
Massiccia campagna pubblicitaria dei negozianti della cittadina ticinese Volantini e manifesti anche all’esterno dei centri della grande distribuzione
(f.bar.) A Chiasso è già Natale. Le tradizionali casette del mercatino sono pronte. Le luci e gli addobbi anche.
E ieri mattina si stava allestendo l’imponente albero. Anche quest’anno il gruppo commercianti di Chiasso si è mosso con largo anticipo per promuovere il calendario di eventi che punta ad attirare oltreconfine il maggior numero possibile di clienti, comaschi inclusi. E per essere maggiormente visibili, tra pochi giorni partirà una campagna pubblicitaria in Italia.

«Dal primo dicembre distribuiremo migliaia di volantini a Como. Saranno installate anche pubblicità all’esterno dei centri commerciali italiani a ridosso dei valichi ticinesi», dice Carlo Coen, presidente dei commercianti di Chiasso. Già in passato si era creata questa forma di concorrenza sulla linea di confine, sempre in occasione del Natale. «Utilizzeremo la pubblicità fuori dai centri commerciali anche per informare i tanti svizzeri che solitamente vanno in Italia a fare la spesa», aggiunge Coen.

 

Questa la strategia acchiappa- italiani. Sul fronte dell’offerta, è stata invece studiata una novità decisamente particolare. Le casette natalizie – allestite nella centrale piazza Indipendenza – saranno a “tempo”. Ogni spazio, in cui verranno messi in vendita i più svariati prodotti, sarà utilizzabile dagli espositori per un massimo di 5 giorni. Si vuole così creare un vero e proprio Temporary Christmas shop.
«Questo per garantire un ricambio dei commercianti. E per offrire il maggior numero possibile di prodotti e articoli. Così, chi vorrà acquistare qualcosa lo dovrà fare subito e non pensare di poter tornare successivamente», aggiunge Coen. Rigidi gli orari: dalle 10 alle 18. E siccome siamo in Svizzera si è studiato tutto nei minimi particolari.
Se un espositore non dovesse rispettare gli orari o dovesse rimanere chiuso per un giorno, andrebbe incontro a una sanzione.
Per i bambini una sorpresa: oltre alle casette potranno infatti trovare il Bimbo Fun, un’area ricca di giochi gonfiabili e attrazioni destinate appunto ai più piccini. Tutti i giorni dal 9 al 24 dicembre e dal 27 dicembre al 5 gennaio, dalle ore 14 alle 18.
«Ovviamente tutto ciò è possibile grazie anche all’intervento di alcuni investitori privati – aggiunge il sindaco di Chiasso, Moreno Colombo – Noi, inoltre, insieme con il gruppo commercianti, abbiamo anche previsto di investire 7mila franchi per l’acquisto di alcuni altoparlanti che torneranno utili per le varie feste e gli eventi previsti dal calendario natalizio e non solo».

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.