Nella borsa oltre tre chili di marijuana: restano in cella

Intervento della stradale lungo la A9
Rimangono in carcere dopo l’interrogatorio di ieri, i due svizzeri fermati dalla polizia stradale di Como perché sorpresi con tre chili e mezzo di marijuana nascosti nell’auto. L’operazione risale alla scorsa settimana, quando una Bmw 320 con a bordo un 29enne e un 21enne, entrambi residenti a Muralto in Ticino (il 29enne è di origine italiana, il secondo albanese), è stata fermata all’altezza dello svincolo autostradale di Lomazzo. La coppia proveniva da Milano, dove, secondo quanto poi emerso dalle indagini, aveva acquistato la marijuana da piazzare poi sul territorio del Comasco. Gli uomini della polizia stradale hanno così controllato la Bmw – intestata al fratello del 29enne – e all’interno di un borsone di quelli utilizzati per la palestra hanno trovato quattro pacchi sigillati e contenenti oltre 3 chili e mezzo di marijuana, per la precisione 3 chili e 600 grammi.
A insospettire gli agenti era stato non solo il comportamento dei due fermati – apparsi fin troppo nervosi per un semplice controllo – ma anche e soprattutto il forte e caratteristico odore di marijuana che proveniva dal borsone da palestra.
Come detto, lo stupefacente – ritengono gli inquirenti – era destinato al mercato degli acquirenti lariani.

M.Pv.

Nella foto:
Gli uomini della polizia stradale di Como con la droga sequestrata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.