Nicola Molteni sulla ’ndrangheta a Cantù «Io mi sarei costituito parte civile»

Nicola Molteni

«La criminalità organizzata è un problema enorme, un cancro che colpisce anche il territorio lariano. Dobbiamo esserne consapevoli e contrastarla, anche con la diffusione della cultura della legalità. Ma la nostra è una comunità sana e non c’è un clima di paura e di omertà». Il sottosegretario Nicola Molteni, in Prefettura a Como per presentare i risultati dei controlli straordinari sul Lario, parla delle infiltrazioni mafiose e del processo in corso per il presunto controllo della ’ndrangheta sui locali di Cantù. «Il Comune non si è costituito parte civile nel processo – ha detto l’esponente della Lega – Io l’avrei fatto, ma non averlo fatto non significa essere complici della criminalità organizzata. L’attenzione è altissima».
«Serve sinergia e collaborazione tra tutte le forze dell’ordine e le istituzioni – ha aggiunto Molteni – Il nostro rimane un territorio sano, quella canturina è una comunità laboriosa, ma il tema delle infiltrazioni mafiose c’è e va contrastato controllando il territorio, facendo prevenzione e investendo in educazione al senso civico, soprattutto nelle scuole e con i giovani».
«C’è il senso di responsabilità di tutte le istituzioni, che non negano il fenomeno e lavorano per contrastarlo – ha concluso Molteni – Il mestiere del mafioso è un mestiere infame e le istituzioni devono tirare dalla stessa parte per contrastare il crimine».
«L’impegno è massimo – ha aggiunto il prefetto di Como Ignazio Coccia – Dobbiamo stare attenti anche all’arrivo di nuovi soggetti che non hanno legami con le famiglie già note della criminalità organizzate ma hanno capitali a disposizione e sono pronti ad entrare in questo ambito di illegalità. Sono ancora più subdoli e difficili da contrastare rispetto ad altri gruppi».
Intanto Monica Forte (Movimento 5 Stelle), presidente della Commissione Speciale Antimafia della Regione Lombardia, ha espresso la propria volontà di essere presente in aula a Como in occasione delle prossime udienze del processo sui fatti canturini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.