«Non mi arrendo. La rivoluzione della sosta va provata»

Portici Plinio e piazza Roma: Molinari non cede dopo lo stop del gruppo Pdl
In molti – più in privato che in pubblico, a dire il vero – lo definiscono come l’ultimo dei Mohicani. Una sorta di irriducibile del parcheggio, impegnato in una battaglia – quella per rivoluzionare la viabilità tra i Portici Plinio, piazza Roma e viale Lecco – in realtà già persa e finita da tempo. E, in effetti, l’ultima serie di (sfortunati) eventi non ha propriamente arriso alle convinzioni dell’assessore alla Viabilità di Palazzo Cernezzi, Stefano Molinari. I no convinti alle sue proposte sono fioccati principalmente dal gruppo del Pdl, il partito in cui milita. E anche la giunta – sindaco Stefano Bruni in testa – non ha accolto a braccia aperte le novità.
Nonostante tutto, ancora ieri Molinari spingeva sull’acceleratore. E si è detto convinto che alla fine potrà ancora spuntarla rispetto al mare di scetticismo che lo circonda. Ecco in base a quali motivi.
«Innanzitutto – dice sfidando le numerose ricostruzioni dell’ultima riunione Pdl in materia – non è vero che tutti i consiglieri hanno bocciato o congelato definitivamente le mie proposte. Al contrario, una parte del gruppo ha soltanto chiesto di avere altri giorni per approfondire il materiale».
Le ricostruzioni del dopo vertice di lunedì sera, a dire il vero, offrivano un’immagine molto meno paritaria dei favorevoli e contrari alle modifiche dello status quo in viale Lecco, piazza Roma e ai Portici Plinio. Ma Molinari tira diritto.
«Ho proposto al gruppo una cosa semplice: fare una prova seguendo le indicazioni che, peraltro, ho concordato e valutato insieme con i tecnici comunali, quelli della Provincia e naturalmente con Asf – insiste Molinari – Attendo una risposta, ma nel frattempo ho lasciato a tutti alcuni dati che dimostrano i vantaggi delle modifiche che ho proposto». Proposte che, alla fine, restano sempre le stesse: spostamento del capolinea degli autobus attualmente ai Portici Plinio nella zona di viale Lecco; pedonalizzazione totale della stessa zona dei portici; sostituzione dei parcheggi blu a rotazione in piazza Roma con posti auto totalmente dedicati ai residenti.
In particolare l’ultima questione non ha mai convinto i consiglieri del Pdl, mentre sull’eliminazione del traffico dai Portici Plinio si è registrato qualche spiraglio positivo in più. Ora l’assessore Molinari punta su due numeri per arrivare almeno a una sperimentazione temporanea delle novità.
«Prima di tutto, va sfatata la paura che trasferire i bus in viale Lecco porti al collasso totale della viabilità in quella zona – sostiene l’assessore – In realtà, anche nelle ore di punta, non vi saranno mai più di 8 autobus in quella zona. Non mi sembra una situazione così terribile».
Altra leva con la quale Molinari punta a raccimolare un consenso maggiore al suo “pacchetto”, per la successiva approvazione in giunta, è la riduzione del traffico privato con le modifiche su piazza Roma. «Trasformando i posteggi blu in stalli dedicati ai residenti – dice Molinari – abbiamo calcolato che sparirebbero circa 250 auto ogni ora dall’asse viale Lecco-piazza Roma-via Bertinelli, poiché verrebbero meno tutti i veicoli che ora cercano posteggio». Lunedì prossimo (forse) arriverà il parere definitivo del Pdl. «E io conto di poter sperimentare per un tempo da concordare tutte le novità», conclude l’assessore.

Emanuele Caso

Nella foto:
Il personaggio
Stefano Molinari è assessore dal dicembre 2009, quando entrò nell’esecutivo di Palazzo Cernezzi al posto del dimissionario Fulvio Caradonna, travolto dalla vicenda del muro sul lungolago

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.