Notte di paura per Santambrogio che minaccia il suicidio su Twitter

2013 11 10 TweetSantambrogioIl ciclista lariano scrive alle 21.57: “Addio mondo”. Poi dopo ore di angoscia il nuovo messaggio: “Stavo per fare una cazzata”

Notte di apprensione per il ciclista di Cremnago di Inverigo, Mauro Santambrogio. Sul proprio account Twitter il corridore ha postato una frase che ha allarmato tutti gli amici: “Addio mondo” (alle 21.57). Il tam tam in Internet si è scatenato per cercare di capire cosa stesse succedendo. “Non ce la faccio più”, ha risposto il corridore ad un amico alle 22.10. Il terrore che Santambrogio potesse fare un gesto sconsiderato e autolesionista ha travolto tutti i suoi followers. Poi, all’1.12, il sospiro di sollievo: “Ce la devo e ce la farò a vincere questa corsa grazie a voi”.

Seguito da altri tweet: “Non ho chiuso occhio ho riflettuto su tutto ho rischiato di fare una cazzata più grossa di me e penso non avrei risolto nulla di nulla” ha scritto ancora questa mattina. Santambrogio, lo ricordiamo, una delle punte del ciclismo lariano e nazionale, era stato trovato positivo a un controllo antidoping effettuato al Giro d’Italia. 

Lo scorso 8 ottobre, per il suo compleanno, Santambrogio aveva scritto: “Sono passati 22 anni dalla prima pedalata e da 10 anni sono un ciclista professionista, e ieri come oggi il mio legame con la bicicletta è indistruttibile; il ciclismo è la mia vita. In tutti questi anni mi siete stati vicini, mi avete seguito e incitato. A tutti voi che sempre mi avete sostenuto e credete ancora in me, vorrei dire grazie, perché in un giorno speciale come oggi vi siete ricordati di me”. Un Santambrogio che, sempre su Facebook, dopo aver messo come foto del profilo un’immagine con il dito medio alzato, aveva risposto con tono piccato e con grinta a chi lo aveva criticato. 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.