Notte folle: danneggia auto, piscina e un furgone del Como

Piscina Sinigaglia

Ha danneggiato e imbrattato (svuotando uno degli estintori presenti sul posto) dieci auto parcheggiate – nel corso della notte – nell’autosilo di via Auguadri a Como. Poi si è diretto in viale Sinigaglia, alla piscina, ha infranto la porta di ingresso e due oblò (sempre utilizzando un estintore) per poi imbrattare il corridoio, l’infermeria e gli spogliatoi. Infine, non contento, si è introdotto nello stadio cittadino, ha infranto il vetro di uno dei furgoni della società di calcio del Como 1907 (un Renault Traffic) per poi addormentarsi al suo interno. A trovarlo, la mattina successiva, è stato proprio il custode che ha chiamato le volanti della polizia di stato. La Como Servizi Urbani (che gestisce la piscina e l’autosilo di via Auguadri) e il Como 1907 hanno denunciato l’accaduto presentandosi negli uffici della Questura. A finire in manette è stato un tunisino di 21 anni, in Italia senza fissa dimora.

Arrestato, è stato processato per “direttissima” dove ha chiesto i termini a difesa. Tornerà in aula nei prossimi giorni per definire la propria posizione e nel frattempo rimarrà in carcere. Il pubblico ministero Massimo Astori gli contesta il danneggiamento, il deturpamento e l’imbrattamento di cose altrui, e anche la resistenza e le lesioni a un pubblico ufficiale.

Gli agenti delle volanti intervenuti in viale Sinigaglia, una volta portato l’arrestato in questura, sarebbero infatti rimasti feriti (con una prognosi di 10 giorni a testa) nel tentativo di sedare le intemperanze del tunisino che a calci avrebbe anche bucato un muro di cartongesso all’interno degli uffici di viale Roosevelt.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.