Oggi Como-Ternana. Gattuso e il futuro: «La firma? Non ci saranno problemi»

Giacomo Gattuso

Una gara di cartello per terminare la stagione e festeggiare la conquista della serie B. Oggi alle 17 allo stadio Sinigaglia va in scena il match tra Como e Ternana, secondo atto della Supercoppa, il torneo che mette a confronto le tre vincitrici dei gironi di serie C. Nella prima sfida, sette giorni fa, i lariani sono stati sconfitti per 2-1 a Perugia, in un match in cui gli ospiti avrebbero meritato di più (mister Giacomo Gattuso ha parlato di «risultato bugiardo»).
La chiusura sarà fra una settimana a Terni allo stadio Libero Liberati, con il derby fra le due umbre.

Alla vigilia, in sede di presentazione, l’importante indicazione giunta dall’allenatore Giacomo Gattuso sul suo futuro. «La mia firma per il prossimo anno? Non ci saranno problemi. Lo vogliamo tutti, io, la società e anche la gente. Non si può fare diversamente».
Ovviamente oggi tra le due contendenti non ci sarà la pressione che ha caratterizzato le sfide più delicate della stagione, ma la partita si presenta comunque interessante.

Sotto gli occhi dell’amministratore Dennis Wise – giunto appositamente dalla Gran Bretagna – il Como affronterà la squadra dei record, guidata da Cristiano Lucarelli. La Ternana ha infatti vinto il suo girone con ben 90 punti, ottenendo una serie di primati. I lariani, dal canto loro, si sono imposti – per fare un paragone con il ciclismo – con uno scatto all’ultimo chilometro, con le vittorie conclusive in casa con l’Alessandria e il Novara e con i secondi in classifica (proprio i “grigi” piemontesi) che alla fine nella regular season hanno chiuso a 7 punti di distanza.

Un confronto che le due contendenti giocheranno a mente sgombra, in attesa di darsi l’arrivederci nel prossimo torneo di B.
Per il Como e i suoi protagonisti sarà comunque un giornata di festa, a prescindere dal risultato. Sul Lario è infatti atteso il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli per la premiazione degli azzurri, rito che la settimana scorsa si è svolto a Perugia con i “grifoni” e che sabato prossimo sarà ripetuto e Terni con i rossoverdi.
Prima ci sarà la consegna delle medaglie a ogni singolo giocatore, poi quella del trofeo con musiche e coreografie come nei più importanti eventi.

«La Ternana ha numeri eccezionali – ha detto Gattuso alla vigilia – Noi arriviamo con problemi nel reparto difensivo. Si è infortunato anche Luca Crescenzi, mentre sono da valutare la condizioni di Matteo Solini, che è uscito dal Covid, ma si è allenato pochissimo. Andiamo ad affrontare la partita con qualche incertezza anche se, ovviamente, nell’ultima uscita della stagione mi piacerebbe ben figurare». «In ogni caso questa deve essere una festa – ha aggiunto l’allenatore – per tutti, per la gente, per la società. Ce la siamo meritata tutti. Scenderemo in campo a mente libera, come abbiamo fatto nell’ultimo turno di regular season a Novara e sette giorni fa a Perugia. Ci sono tutti i presupposti per vedere una bella partita e noi in ogni caso abbiamo il desiderio di chiudere in bellezza».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.