Omaggio al Patria della Famiglia Comasca allo Spazio Pifferi

Battello Patria Piroscafo

Si parlerà di storia della navigazione lariana con un focus particolare sulla vicenda del piroscafo Patria il 9 ottobre alle 18 allo Spazio Pifferi di via Diaz 58 a Como, in un incontro a cura della Famiglia Comasca. Ovvero il sodalizio cittadino che per iniziativa del suo presidente Piercesare Bordoli quasi 30 anni fa (1992) con una raccolta di firme accese i riflettori sul necessario recupero del natante. Ora di proprietà della Provincia, ancorato da anni a Villa Olmo dopo essere stato sporadicamente usato per eventi (sfilate di Dolce & Gabbana, tour di Davide Van De Sfroos). In attesa di vederlo tornare a navigare, come albergo di lusso per crociere di facoltosi turisti come è nei programmi della società che si è aggiudicata il bando di Villa Saporiti, ecco che la Famiglia Comasca ricapitola una storia quasi secolare: è stato varato nel 1926. Del Patria e della navigazione lariana parleranno esperti di storia locale come Giorgio Terragni autore di volumi per Pifferi editore sulla storia della navigazione lariana come A tutto vapore del 1987 (si parlerà anche del lago di Lucerna dove i battelli storici sono più valorizzati rispetto al Lario) mentre Enzo Pifferi proietterà una settantina di foto storiche e Adriano Giudici, presidente della Famiglia Comasca, illustrerà la vicenda del recupero del Patria anche con l’ausilio di una trentina di pannelli illustrativi che poi rimarranno in mostra per una settimana. La Famiglia Comasca intanto ha appena pubblicato il suo nuovo Calendario per il 2021, anno “tondo” perché ricorreranno i 2080 anni dalla fondazione di Como nel 59 avanti Cristo (con la Novum Comum voluta da Giulio Cesare) e quindi l’intero album sarà dedicato alla città e ai suoi quartieri. Il libro dell’anno della Famiglia per i soci sarà invece una storia dei 150 anni della Polizia Locale di Como. L’incontro sarà a ingresso libero con distanziamento obbligatorio causa Covid 19.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.