“Pacem in Terris” con Lucilla Giagnoni

Lucilla Giagnoni, attrice

La prima rassegna teatrale di AttivaMente presso gli spazi dell’Ex Pastifico Castelli di via Pastrengo 15 a Como (dove si trova la nuova sede della Cooperativa) continua con un’ospite d’eccezione: Lucilla Giagnoni. “Pacem in Terris” prende a prestito il nome di una delle più celebri encicliche della storia contemporanea, pubblicata da Papa Giovanni XXIII nel 1963, in piena Guerra Fredda, per richiamare al valore fondamentale della pace, ed invitare a riflettere – in molti casi per la prima volta – sulla mondializzazione, sui diritti umani, sui rapporti sociali, sul lavoro, sull’educazione e sulla cultura. Lucilla Giagnoni parte da questa enciclica per sondare il significato di valori e diritti, aiutandoci a riflettere anche sul nostro presente. Parte da quegli anni Sessanta scanditi dalla musica dei Beatles e dei Rolling Stones, dalle marce per la pace, dalla Guerra Fredda. E arriva fino alle guerre di oggi, alla minaccia degli estremismi che temono la conoscenza e la cultura, la “parola che uccide più della spada”. Il 14 giugno AttivaMente ospita quindi un viaggio tutto da scoprire, attraverso l’eleganza e l’intensità di una grande attrice, eccezionalmente a Como grazie al dono di Consorzio Abitare, promotore del recupero architettonico dell’Ex Pastificio Castelli. La meditazione di Lucilla Giagnoni su “Pacem in Terris” rientra infatti nella campagna di raccolta fondi realizzata dalla Cooperativa

Lo spettacolo è volto a sostenere l’attività della Cooperativa AttivaMente e, in particolare, il progetto di un nuovo centro socioculturale presso l’ex Pastificio Castelli. La creazione di un luogo in cui divertirsi e creare relazioni, ma anche in cui essere ascoltati e trovare aiuto, grazie al mix di competenze artistiche e psicopedagogiche che da sempre costituiscono il marchio di fabbrica della cooperativa.

Un luogo sperimentazione culturale e di intervento sociale, insomma, con il proposito di fornire risposte ai bisogni del nostro territorio e offrire approcci innovativi volti al benessere individuale e collettivo. Ingresso 15 euro. Lucilla Giagnoni | ha frequentato negli anni ottanta la Bottega di Vittorio Gassman a Firenze dove, oltre allo stesso Gassman, ha incontrato e lavorato con grandi personaggi come Paolo Giuranna e Jeanne Moreau. Ha partecipato alla creazione di quasi tutti gli spettacoli prodotti dal Teatro Settimo, vincendo premi nazionali ed internazionali.
Ha lavorato con Luigi Squarzina, Franco Piavoli, Nicola Campogrande, Alessandro Baricco, Paola Borboni, Giuseppe Bertolucci, Katie Mitchell, Marco Balliani, Sebastiano Vassalli, Marco Ponti, Alessio Bertallot, Fabrizio Bosso e il suo quartetto, Antonella Ruggiero, l’orchestra e i registi del Teatro Regio di Torino.
Ha dedicato circa dieci anni al progetto “Paesaggi”, uno studio sulla terra in cui vive.
Dopo la Chimera da La Chimera di S. Vassalli, gli spettacoli che raccontano meglio la sua ricerca sono: Vergine Madre, Big Bang, Apocalisse, Ecce Homo, Furiosa Mente e poi Le Meditazioni, La Misericordia e Pacem in terris.
È autrice di trasmissioni radiofoniche RAI, insegna narrazione alla scuola Holden, insegna i segreti dei suoni delle lettere e delle parole con “La Parola Poetica”. Dal 2016 è direttrice artistica del Teatro Faraggiana, che è stato riaperto dopo 20 anni di chiusura. Ora è un centro culturale di teatro, musica, danza e cinema.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.