Pallacanestro Cantù, c’è la firma: Cesare Pancotto è il nuovo allenatore

Cesare Pancotto

Il comunicato ufficiale è arrivato oggi poco prima di mezzogiorno, ma ormai da tempo era chiaro che Cesare Pancotto sarebbe diventato il nuovo allenatore della Pallacanestro Cantù.
Si trattava soltanto di definire qualche dettaglio con la sua precedente squadra, la Poderosa Montegranaro, e poi di passare alla firma dell’accordo con il club brianzolo.
Una scelta che è stata fortemente spinta dal nuovo direttore sportivo, Daniele Della Fiori, che ha voluto un tecnico di esperienza, in grado di superare le inevitabili difficoltà che si presenteranno in una stagione in cui Cantù assemblerà un gruppo di elementi promettenti e di atleti «in cerca di una opportunità» come ha avuto modo di sottolineare lo stesso general manager nel giorno della sua presentazione. Quella di Pancotto sarà molto probabilmente martedì prossimo, non in sede, ma nell’azienda di uno dei dirigenti che hanno deciso di sostenere il progetto del basket.
In attesa di incontrare il nuovo coach, Della Fiori lo ha presentato in questo modo: «Siamo molto soddisfatti che il nostro nuovo allenatore sia Cesare Pancotto, un professionista di grande caratura sulla cui carriera sarebbe superfluo spendere parole».
«Cesare è un tecnico esperto ma ancora pieno di entusiasmo, che può calarsi in fretta nella nostra realtà e adattarsi fin da subito al tipo di sfida che ci apprestiamo a vivere. Abbiamo scelto non solo un ottimo coach, ma anche una persona dalle indubbie qualità umane».
Nato nelle l’8 gennaio 1955 a Porto San Giorgio, in provincia di Fermo, Pancotto fa ritorno nella massima serie dopo due anni e mezzo.
La sua ultima apparizione in A, infatti, risale alla stagione 2016-2017, al timone della Vanoli Basket Cremona. Tra i tanti numeri presenti sul suo curriculum di Pancotto spiccano sicuramente quelli sui premi individuali: per cinque volte è stato eletto “Miglior allenatore”, in due occasioni in serie A, rispettivamente con Udine nel 2006 e proprio con Cremona nel 2016.
A spiccare è anche il dato relativo ai campionati disputati tra A e A2: ben 34. Cantù sarà dunque il 35esimo torneo in una carriera che conta oltre 1.000 panchine.
L’elenco delle formazioni che il nuovo tecnico dell’Acqua S.Bernardo ha guidato è lunghissimo. Tra le più importanti spiccano la già citata Cremona, Avellino, Fortitudo Bologna, Udine, Trieste, Virtus Roma, Forlì, Pistoia, Siena, Reggio Emilia e Sassari. Il suo esordio in panchina è stato nel 1982 nella società della sua città, la Sangiorgese, di cui era stato, da giocatore, playmaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.