Paratie, Fontana: «Situazione complessa tecnicamente»

Il presidente della Regione ha confermato il calendario dato dall’assessore Sertori

L’esondazione del Lago di Como ha inevitabilmente riacceso anche il dibattito sulle paratie. Ed è stato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ieri a Villa Erba, a commentare lo stato dell’iter del cantiere, confermando di fatto i ritardi annunciati dall’assessore regionale al Territorio, Massimo Sertori. Ovvero progetto esecutivo entro il 26 giugno prossimo e pubblicazione del bando di gara per assegnare i lavori entro il 2 luglio.

«Confermo quanto detto da Sertori – ha spiegato Fontana ai microfono di Etv – Si tratta di un cantiere tecnicamente non semplice. Così Infrastrutture ha richiesto qualche giorno in più per poter portare un provvedimento definitivo e soprattutto ben fatto» ha concluso il presidente.
Al convegno nazionale di Villa Erba, sul tema “Dalla ricerca Censis sul regionalismo all’autonomia differenziata: cosa cambia per i Comuni? Quale contributo possono dare?” ha partecipato anche il presidente del consiglio regionale, il comasco Alessandro Fermi.

«Il percorso di autonomia che abbiamo avviato, per i Comuni deve diventare l’occasione per rinsaldare la dignità e l’importanza dei sindaci e degli amministratori locali – ha detto Fermi – Una società libera non ha bisogno di Commissari, di caporioni e di ordini dall’alto, ma di partecipazione e di responsabilità diffusa e personale».

Fermi ha toccato anche i temi della disaffezione alla partecipazione alla vita pubblica e dell’indebolimento delle autonomie locali.

«Ora però è venuto il tempo di cambiare e di mettere nella giusta luce il lavoro degli amministratori locali attraverso una narrazione diversa da quella della cosiddetta antipolitica» ha detto ancora.

Fermi ha infine ricordato come nell’ultima tornata elettorale, in ben 188 Comuni lombardi su 995 si è presentato un solo candidato sindaco, mentre in 16 casi addirittura non si è presentato nessuno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.