Paratie, ieri la scadenza per la presentazione del progetto esecutivo. Silenzio dalla Regione

L'assessore Sertori all'interno della vasca

Gli anglosassoni sono soliti usare il detto «no news is good news» per indicare che in assenza di notizie su un determinato fatto è lecito pensare che tutto stia procedendo per il verso giusto. A questo punto, sul tema cantiere delle paratie è forse bene allinearsi. Questo perchè se è vero che ieri sera scadeva il termine, indicato da Regione Lombardia e dall’assessore competente Massimo Sertori, per l’approvazione del progetto esecutivo a cui poi sarebbe dovuta seguire la procedura di pubblicazione del bando entro il 2 luglio è altrettanto vero che da Milano non è arrivata alcuna conferma che così sia accaduto. In assenza dunque di un contrordine tutto farebbe pensare che la procedura stia proseguendo senza intoppi. E altresì vero che su un tema così delicato e spinoso per la città come quello dell’eterno cantiere delle paratie forse sarebbe meglio dare sempre un aggiornamento, a ogni singola scadenza. Così non è stato e da Milano è arrivata solo la notizia che l’assessore Sertori non sarebbe intervenuto sul tema. Detto questo va ricordato come Regione Lombardia, ormai nel 2016, decise di prendere in mano il cantiere delle paratie con la promessa di completarlo rapidamente per assicurare a Como un lungolago che fosse degno di una città turistica. Sono passati tre anni e la speranza, nonostante l’assenza di notizie, è che il progetto esecutivo sia stato approvato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.