Parco Negretti agli islamici, sì della giunta

palazzo cernezzi

Gli islamici pregheranno al parco Negretti durante il Ramadan. Nonostante il “niet” preventivo della Lega pronunciato con un comunicato stampa dai toni perentori, la giunta di Como – con l’eccezione dell’assessore leghista Adriano Caldara – ha accettato la richiesta della comunità islamica. Dal punto di vista burocratico e procedurale, infatti, non si riscontrava alcun impedimento alla concessione. Assente per impegni parlamentari a Roma, l’assessore e vicesindaco leghista, Alessandra Locatelli, che raggiunta al telefono spiega. «Spero che arrivi il giorno in cui si possa dare una risposta diversa – dice – Ovvero che la cultura islamica sia integrata nella nostra cultura e rispetti i principi della Costituzione italiana, a iniziare dal rispetto delle donne. Il Parco Negretti, inoltre, non è certo la destinazione adatta. Per un mese questo spazio sarà inutilizzabile». I consiglieri comunali del Pd avevano parlato di «sceneggiata» leghista. Anche Forza Italia con il capogruppo Enrico Cenetiempo e il consigliere Luca Biondi hanno attaccato la Lega. «Sono onestamente un po’ stufo di questa politica basata sull’odio verso gli altri, verso “i diversi” – dice Biondi – Questi comportamenti instaurano solo odio reciproco».
«Gli articoli 8, 19 e 20 della nostra Costituzione garantiscono il riconoscimento e la tutela di tutte le confessioni religiose», scrivono infine Roberto Capra e Luigi Nessi, portavoce di La prossima Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.