Parrocchie, celebrazioni consentite ma catechismo e riunioni solo online

Per rafforzare legame con popolo libanese

Celebrazioni liturgiche e momenti di preghiera possibili, seguendo i protocolli, mentre comunioni e cresime si raccomanda fortemente di rinviarle a tempi più propizi. E poi si evitino le concelebrazioni e ancora catechismo in modalità telematica così come le riunioni dei consigli parrocchiali.
Sono poi sospese le prove dei cori, niente processioni, oratori chiusi. Sono queste le principali indicazioni relative ai momenti religiosi e a alle attività in parrocchia nel rispetto del decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri dello scorso 3 novembre attualmente in vigore nella diocesi di Como. L’accesso ai luoghi di culto, come viene spiegato nel Dpcm, avviene (ormai da tempo) con misure organizzative tali da evitare assembramenti e tenendo conto degli spazi e delle distanze minime da garantire tra un fedele e l’altro.
Restano possibili le visite agli ammalati, convegni, assemblee e altri eventi formativi vicariali e diocesani si terranno solo in modalità a distanza.
Gli spazi che venivano utilizzati di solito per riunioni di condominio e delle associazioni o per le feste non possono essere concessi.
Tutto questo resta valido fino a quando la Lombardia sarà ritenuta “Zona rossa”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.