Patrick Cutrone ha ritrovato il sorriso in Nazionale. «L’occasione arriverà, mi farò trovare pronto»

Patrick Cutrone Italia Under 21

«In campo nel mio club non ho il minutaggio che desidero. Ma faccio lo sport più bello del mondo e, ne sono convinto, l’occasione arriverà». Parole di Patrick Cutrone, l’attaccante comasco, capitano dell’Under 21, al termine della partita vinta dagli azzurrini per 4-0 contro la Slovenia, match che ha chiuso la fase a gironi del Campionato europeo di categoria. Una sfida che ha garantito la qualificazione ai quarti, con il ritorno in campo a Lubiana il prossimo 31 maggio contro il Portogallo.
Con i colori della sua Nazionale, Cutrone ha ritrovato morale e gol in quella che è la stagione più travagliata della sua carriera calcistica. Contro la Slovenia il lariano ha segnato due reti, ha sbagliato un rigore, ha messo lo zampino nelle realizzazioni di Giulio Maggiore e Giacomo Raspadori ed è stato costantemente una spina nel fianco nella difesa della spaesata squadra slovena (che oltretutto giocava sul campo amico di Maribor).
Patrick Cutrone quest’anno ha cambiato già tre squadre, non ha ancora segnato – se si esclude la Nazionale – e soltanto in due occasioni è partito da titolare.
Ha iniziato con la Fiorentina, pagando pesantemente la crisi di una formazione sull’orlo della zona retrocessione e la scelta tecnica di affidare l’attacco alla coppia composta dal giovane promettente Dusan Vlahovic e dall’esperto Frank Ribery. E così il Wolverhampton (la squadra inglese dove era passato non senza amarezza dal Milan nell’estate del 2019) lo ha chiesto indietro. Il suo arrivo è stato accompagnato da grande entusiasmo anche se poi la società britannica ha acquistato altri giocatori del settore d’attacco e ha mandato Patrick in prestito al Valencia.
Di fatto una “grande” del calcio spagnolo ed europeo che sta però disputando una stagione sottotono; attualmente è posizionata al dodicesimo posto. E Cutrone non sta trovando molto spazio.
La bella prestazione di martedì con l’Under 21 – all’unanimità è stato giudicato il migliore in campo – potrebbe riaprirgli nuovi orizzonti e far capire che potrebbe magari meritare una possibilità. «Non è un momento per me fortunato – ha spiegato al termine della gara vinta con la Slovenia – Non sto avendo il minutaggio che desidero a livello di club, ma io continuo ad allenarmi dando il massimo. Sono sicuro che l’opportunità per me arriverà e a quel punto dimostrerò quello che sono. Io devo soltanto farmi trovare pronto quando sarà il momento».
Da uomo-simbolo dell’Italia Under 21, il giocatore comasco non nasconde la gioia per il risultato ottenuto, con la qualificazione alla fase finale. «Porto con orgoglio la fascia di capitano. La nostra è una bella squadra e sono sicuro che lo sapremo dimostrare, andando lontano».
E la Nazionale potrebbe essere una ottima vetrina per il giocatore che tra pochi mesi sarà sicuramente messo in vendita dal Wolverhampton. Non è da escludere un ritorno in Italia, in una società con un tecnico disposto a dargli spazio e fiducia.

Patrick Cutrone Italia Under 21

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.