Pedemontana, fumata nera dal governo: «Non ci sono soldi»
Cronaca, Politica

Pedemontana, fumata nera dal governo: «Non ci sono soldi»

Nuova fumata nera sul fronte della Pedemontana e della Tangenziale di Como. La notizia è stata data ieri in un comunicato congiunto dai parlamentari comaschi Chiara Braga, capogruppo del Pd in Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici e Alessio Butti (Fratelli d’Italia), vicepresidente della Commissione.

«Il Governo tradisce tutte le promesse fatte sul territorio – si legge nella nota – Nessuna risposta su completamento del secondo lotto della Tangenziale, gratuità del primo lotto e realizzazione delle opere di compensazione ambientale. Dopo che Maroni aveva garantito che grazie alla costituzione di Lombardia Mobilità si sarebbe cancellato il pedaggio della tangenziale e si sarebbero trovate le risorse per finanziare il secondo lotto della tangenziale, il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi, rispondendo in Commissione alle due interrogazioni urgenti presentate da Braga e Butti, ha negato ogni impegno, limitandosi a un generico intento di analisi e conseguente valutazione complessiva della situazione creatasi. E anzi ha precisato che per il Governo Lega-Movimento 5 Stelle non è prevista l’erogazione di ulteriori finanziamenti o contributi a carico della finanza pubblica».

«Stante l’impossibilità di adire a qualsiasi forma di project per il finanziamento dell’opera siamo costretti a pensare che la stessa non vedrà la luce», commentano i due parlamentari comaschi.
«Il gioco dello scaricabarile non funziona più, visto che oggi la Lega è al governo della Regione e del Paese. Abbiamo capito che il governo nazionale e quello regionale non hanno nessuna idea di come garantire il completamento di un’infrastruttura strategica come Pedemontana», attacca Chiara Braga.

«La risposta del governo mi soddisfa unicamente laddove si dichiara disponibile a ricorrere a un pool di esperti per districare la matassa, come da me proposto durante l’illustrazione dell’interrogazione», dice Alessio Butti.

«Il governo è in una situazione di imbarazzo: di fatto ha negato ogni possibilità di gratuità di ampi tratti di Pedemontana e di realizzazione dei secondi lotti come ci era stato promesso dall’ex presidente Maroni. Il completamento della Pedemontana è fondamentale per lo sviluppo, anche economico, di tutto il Nord della Lombardia», conclude Butti.

13 luglio 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto