«Per i giovani mi appello alle loro famiglie». Nuovo invito del sindaco di Como a non muoversi dalle abitazioni

Mario Landriscina

Anche il sindaco di Como, Mario Landriscina, dagli schermi di Espansione Tv, è tornato a rivolgersi alla cittadinanza in questo delicato momento di emergenza sanitaria. E, all’ordine del giorno, anche in questo caso, c’è stato l’elevato numero di persone inutilmente in giro in città senza reali motivi.
«Vedo ancora troppa gente in giro – ha commentato il primo cittadino – Capisco l’insofferenza ma dobbiamo fare tutti uno sforzo e per i giovani mi appello alle famiglie».
Questo in sintesi il pensiero del sindaco della città di Volta.
«Dobbiamo cambiare ancora un poco le nostre abitudini. Ad esempio, parliamo della spesa, un tema che sta venendo fuori in queste ore perché è una delle cose consentite. Ci dobbiamo però abituare a farla non nella quotidianità, ma una volta alla settimana. Capisco che potrebbe voler dire cambiare le proprie abitudini, ma dobbiamo insistere anche su questi dettagli per il bene di tutti, e perché in questo momento anche il dettaglio può fare la differenza». Poi un avviso a prepararsi anche al futuro, inteso non come prossimi giorni ma come prossime settimane se non mesi. «Nessuno sa quanto durerà questa situazione ma dobbiamo abituarci – ha concluso il sindaco di Como, Mario Landriscina – Si inizia vedere nella gente un po’ di ansia e di insofferenza per la situazione, ma l’unica cosa che possiamo fare è imparare a conviverci. Ci saranno settimane e mesi in cui dovremo convivere con le limitazioni. Faccio un esempio: quello dei ragazzi che non giocheranno per un po’ a pallone al campetto».
Ed è in questo caso che l’appello è all’aiuto che dovrà essere dato dalle famiglie per imporre il rispetto delle regole.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.