Piove all’interno del Setificio a Como, sit-in di protesta degli studenti

Il cartello di protesta affisso dagli studenti

Piove all’interno del Setificio. Lo storico istituto tecnico di via Castelnuovo ha forti problemi di infiltrazioni d’acqua, e stamattina gli studenti hanno organizzato un sit-in di fronte alla scuola per sensibilizzare la pubblica amministrazione sulla situazione.

Il preside dell’istituto, Roberto Peverelli, intervistato da Espansione Tv, non ha negato il problema.

«Effettivamente esiste qualche elemento di criticità – ha detto – negli ultimi giorni, a causa di alcuni lavori in corso che hanno costretto gli operai a rimuovere temporaneamente le guaine di protezione, le infiltrazioni di acqua sono aumentate, e sono molto evidenti nella zona dell’atrio. A ciò si aggiunge anche il fatto che l’edificio, interamente di cemento e tutelato dalla Soprintendenza, inizia ad accusare il peso degli anni».

Il Setificio di Como
Il Setificio di Como

La manutenzione delle scuole superiori è in carico alla Provincia di Como. «Abbiamo sollecitato l’amministrazione, che ben conosce la situazione – ha aggiunto Peverelli sempre ai microfoni dell’emittente televisiva – purtroppo l’iter burocratico di intervento non è sempre rapido e facile, soprattutto quando si parla di un edificio tutelato. Ad ogni modo, i lavori in corso dovrebbero essere conclusi a fine novembre; dopodiché, si potrà iniziare a rimediare al problema. Più evidente, lo ripeto, nell’atrio, mentre nelle aule abbiamo solamente qualche piccolo episodio, decisamente più “fisiologico”».

La protesta dei ragazzi è stata segnalata e rilanciata anche dal segretario cittadino di Rifondazione Comunista, Stefano Rognoni, che spiega come «già anni fa al Setificio erano state segnalate infiltrazioni d’acqua».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.