Plinio il Vecchio pilastro europeo, evento celebrativo a Bruxelles

L’Accademia Pliniana ha promosso su Internet  il progetto “Plinio il Vecchio e le Fonti d’Europa” quale “contributo teso a un rinnovato interesse pubblico nei confronti dell’opera dell’autore della Naturalis Historia e alla divulgazione del suo pensiero”. Scopo dell’Accademia pliniana è in effetti quello di contribuire a diffondere la conoscenza della Civiltà classica e valorizzare il lascito culturale di Caius
Plinius Secundus (Plinio il Vecchio) e Caius Plinius Caecilius Secundus (Plinio il Giovane). Info su  www.accademia-pliniana.org.

Tra i pilastri del progetto una conferenza di Gianfranco Adornato della Scuola Normale
Superiore di Pisa (“Plinio il Vecchio e le Fonti d’Europa: eredità culturale, studi e
prospettive”) a Bruxelles su Plinio il Vecchio “quale figura centrale del processo di costituzione di una Cultura europea condivisa e intraprendere un percorso che porti alla formazione di un “network pliniano europeo”. La  conferenza che si terrà il 20 novembre 2018 presso la Sala Conferenze della Delegazione di Regione Lombardia presso le Istituzioni europee a Bruxelles metterà in luce “il carattere fondativo della figura di Plinio per l’Europa contemporanea”. Inoltre “nel 2019-2020, coroneranno l’iniziativa di Bruxelles uno o più Concerti di musica sinfonica con brani scelti in tema con l’argomento del Convegno e una piccola Esposizione di edizioni antiche della Naturalis Historia, di calchi in gesso degli originali perduti menzionati da Plinio e di alcuni scatti fotografici di Mimmo Jodice, maestro indiscusso della fotografia europea contemporanea. Tale mostra vuole essere anche una piccola avant-première di quella da tenersi in Lombardia in occasione
delle celebrazioni dei duemila anni dalla nascita di Plinio il Vecchio nel 2023/24”. E lo sguardo è decisamente al futuro: “Negli anni 2019-2020, la Conferenza del 20 novembre 2018 potrebbe proficuamente trasformarsi in una Tavola Rotonda con la partecipazione di eminenti studiosi come Sandra Citroni Marchetti, Gian Biagio Conte e Maurizio Bettini e altri i quali affronterebbero ulteriori aspetti del ricco lascito
culturale pliniano alla base dell’Europa contemporanea”. Nella foto, il volume di Luigi Picchi su Plinio che verrà presentato alla prossima “Fiera del libro” di Como in piazza Cavour.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.