Ponte Chiasso è senza gas per le infiltrazioni d’acqua

Ponte Chiasso

Cinquanta tecnici e operai chiamati da 2iReteGas sono al lavoro da domenica scorsa per cercare di risolvere un disservizio che interessa una buona parte di Ponte Chiasso. La segnalazione dei residenti, anche da Sagnino, alle prese con l’assenza di gas per i fornelli e le caldaie, è arrivata ieri in redazione attraverso un’accorata mail di una lettrice.
La questione è complessa, come spiegano dalla società che ha in gestione la rete cittadina del metano. «Nessun errore umano, ad ogni modo» commentano dal settore tecnico di 2iReteGas. La problematica sarebbe nata a causa di infiltrazioni d’acqua all’interno delle condotte del gas. Un guasto raro e di difficile soluzione, in particolare quando si ha a che fare con una stessa rete che serve quartieri su diversi livelli.
L’infiltrazione d’acqua inizia a monte e va a fermare il gas a valle. Il problema alle reti potrebbe essere stato causato da una perdita alla condutture, da un danneggiamento casuale per via del passaggio continuo dei mezzi sulle strade.
Sta di fatto che la perdita individuata nella parte alta di via Deledda a Sagnino ha raggiunto via Pirandello, via San Giacomo, via Brogeda, fino alle quote più basse di Ponte Chiasso, con via Vela e tutta la zona della dogana.
L’acqua ha una pressione maggiore e riempie le condotte. Riesce a salire fino a fornelli e caldaie. Un problema di non poco conto insomma, tanto che nonostante tutte le squadre impegnate nello svuotare la rete, provenienti anche dalla Valtellina al momento 2iReteGas non si può sbilanciare sul termine del disservizio. Si procede tratto per tratto, per svuotare i tubi e i sifoni realizzati sotto le condutture.
La perdita d’acqua intanto è stata riparata, quindi ora si tratta soltanto di svuotare completamente le condotte del gas. In alcuni casi si arriva a soffiare dell’azoto ad alta pressione. Con buona pace per i residenti tra Ponte Chiasso e Sagnino.
«È purtroppo una situazione complessa, che evolve di giorno in giorno, con lo spostamento dell’acqua nella rete. Per tornare alla normalità assoluta servirà ancora qualche giorno, ma nelle prossime ore la maggior parte delle utenze dovrebbe essere a posto. Abbiamo affisso dei manifesti nel quartiere: consigliamo, a chi ancora dovesse avere problemi nell’erogazione, di chiudere i rubinetti a monte del contatore. Poi passeremo col nostro personale per riattivare la fornitura, i colleghi sono sul campo e stanno lavorando per risolvere completamente il problema» dicono da 2iReteGas.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.