Premio Torriani al Ghisallo: la celebrazione del ciclismo

Premio Vincenzo Torriani 2021

Alla fine l’occasione è stata persa dalla squadra di Peter Sagan, che ha bloccato la partecipazione all’evento. Una convocazione last minute in Germania ha fatto saltare la passerella del campione slovacco – primo nella classifica a punti al Giro d’Italia – alla cerimonia del Premio Vincenzo Torriani, che si è svolta ieri mattina al Museo del Ciclismo del Ghisallo.

A ritirare il premio è arrivato il manager di Sagan, Giovanni Lombardi, olimpionico nella prova a punti a Barcellona 1992, oltre che vincitore di tappe del Giro d’Italia (compresa quella di Cantù nel 2003). Lombardi ha anche donato a nome del campione – che ha mandato un videosaluto – una delle maglie ciclamino indossate alla “Corsa rosa” appena terminata.
Oltre a Peter Sagan i premi dedicati allo storico patron del Giro d’Italia sono stati assegnati al giornalista Pier Augusto Stagi e al conduttore Linus; all’ex corridore Dino Zandegù è stato consegnato lo speciale “Cuore d’argento”.

Tra gli ospiti, il nuovo numero della Federazione, Cordiano Dagnoni, il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi, l’ex ciclista Mario Scirea (campione del mondo 2007 a cronometro) e Paolo Frigerio, coordinatore del comitato locale per arrivi e partenze del Giro di Lombardia a Como. A portare il saluto a tutti gli ospiti, il padrone di casa Antonio Molteni, presidente della Fondazione Museo.

Dagnoni ha ricordato con piacere «le salite al Ghisallo da corridore dilettante e soprattutto quelle più recenti da amatore – ha spiegato – Ora me le gusto di più». Poi ha ricordato quanto, con una sempre crescente passione per lo sport del pedale, il Ghisallo, con il Santuario e il museo, possa essere sempre più un riferimento. Un tema su cui si è soffermato anche il presidente del consiglio regionale Fermi. «Questi eventi sono il segno di una ripartenza generale ed è il dato da cui ripartire – ha specificato – E non dimentichiamo che c’è anche un turismo ciclistico composto sia da chi va in bicicletta, sia dai tifosi che vogliono conoscere i luoghi più importanti dello sport che amano. E sicuramente il Lario è uno dei territori più prolifici sotto questo profilo».

La conduzione della cerimonia è stata affidata a Pier Bergonzi, vicedirettore della Gazzetta dello Sport che ha lanciato una idea appetibile: «Sarebbe bello ritrovarsi ogni anno al lunedì mattina alla fine del Giro d’Italia qui al Museo del Ciclismo per un evento come questo». Poi ha anche tracciato un ritratto di Vincenzo Torriani (nato nel 1918 e scomparso nel 1996) ricordandolo come una persona che «ha fatto tutto quello che oggi gli organizzatori provano ad immaginare. Un visionario che faceva passare e arrivare la “Corsa rosa” in posti sulla carta impossibili, come piazza San Marco a Venezia nel 1978».
Reduce dalla sua trasmissione, al termine dell’evento ha raggiunto il Ghisallo il conduttore Linus, che sui social posta sovente immagini di sue pedalate nella zona. «Sono qui ancora più spesso – ha detto con un sorriso – ma non le pubblico sempre». Grande appassionato e praticante di ciclismo, ha poi visitato il Museo, soffermandosi in particolare a osservare la bici del record dell’ora di Francesco Moser e la collezione esclusiva di maglie rosa.

Nella foto in alto, i premiati con i fratelli Gianni, Marco e Maria Luisa Torriani.

Vincenzo Torriani
Una immagine di Vincenzo Torriani e i premi assegnati nel suo ricordo
Torriani Stagi Fermi
La premiazione del giornalista Pier Augusto Stagi
Premiazione Linus
La consegna del premio a Linus, popolare conduttore e grande appassionato di ciclismo
Lombardi Dagnoni
Giovanni Lombardi ha ritirato il premio di Peter Sagan
Dino Zandegù
Dino Zandegù riceve il premio speciale “Cuore d’argento”
Maglia ciclamino Sagan
La maglia ciclamino di Peter Sagan al Giro d’Italia donata al presidente del Museo, Antonio Molteni
Linus Bici Moser
Nella sua visita al Museo del Ciclismo, Linus ha particolarmente ammirato la bicicletta del record dell’ora di Francesco Moser
Linus Ghisallo Collezione maglie rosa

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.