Presentato alla giunta il progetto della nuova piscina olimpionica

Il progetto per la nuova piscina di Muggiò

Novanta giorni di tempo per dire sì o no al progetto depositato in Comune. Novanta giorni in cui si dovrà in sostanza dipanare un solo vero ostacolo: quello finanziario. Ieri pomeriggio, dopo la giunta, a Palazzo Cernezzi si è parlato di piscina. I rappresentanti della Nessi & Majocchi e di Iccrea Banca Impresa hanno presentato al sindaco e agli assessori Vincenzo Bella (Lavori pubblici), Marco Galli (Sport) e Adriano Caldara (Bilancio) il progetto di riqualificazione dell’impianto di Muggiò.

Tre vasche – una da 50 metri, una da 25 e una per l’acquaticità – tecnologie all’avanguardia e una rigenerazione totale della struttura. Costo preventivato, 7,5 milioni di euro. Che il Comune dovrebbe pagare con la formula del partenariato pubblico-privato in non più di 20 anni. La proposta piace a molti, anche se ieri non è stata data ovviamente una risposta. Gli uffici dovranno studiare il dossier e dare un parere. Si cerca soprattutto di capire se sia possibile accorciare i tempi di restituzione del finanziamento e quale impatto possa avere la manovra sul bilancio di Palazzo Cernezzi.

I promotori hanno pure fatto capire che per costruire la nuova piscina non servirebbero tempi lunghi. Un fattore importante, visto che oggi a Como non si nuota praticamente da nessuna parte. Ora la parola è al Comune: tre mesi e poi si saprà come va a finire.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.