«Protestano perché puliamo San Francesco? Pazzesco»
Cronaca

«Protestano perché puliamo San Francesco? Pazzesco»

Il vicesindaco replica a muso duro dopo la presa di posizione di “ComoAccoglie”

«Pazzesco! Dopo la sopportazione dei cittadini e la pazienza dell’amministrazione, qualcuno protesta perché puliamo i portici di San Francesco». Risponde così, dalla sua pagina Facebook, Alessandra Locatelli, vicesindaco di Como e parlamentare leghista alle critiche mosse dai volontari di ComoAccoglie. L’organizzazione aveva contestato l’intervento sotto i portici, programmato la mattina presto e in un giorno di pioggia.

«La pulizia e l’igienizzazione si svolgono nelle prime ore del mattino – aggiunge il vicesindaco di Como – e si tratta di attività che già da tempo garantiamo ai cittadini comaschi, perché almeno nelle ore diurne possano esserci decoro e sicurezza igienico sanitaria, vista anche la caratterizzazione dell’area».
«Ringrazio gli operatori ecologici che spesso attendono molto tempo prima di poter intervenire nei compiti loro assegnati, e anche la polizia locale che è costretta a presidiare», dice sempre Alessandra Locatelli.

Nessuna retromarcia sul tema, quindi, anzi la promessa che nei prossimi giorni le idropulitrici di Aprica entreranno nuovamente in azione tra l’ex chiesa di San Francesco e il Tribunale. «Le attività di igiene e pulizia proseguiranno intensificando gli interventi», conclude nel suo post la parlamentare comasca della Lega.

Raggiunta al telefono, l’onorevole Locatelli aggiunge come dal punto di vista sociale, il discorso di chi dorme sotto i portici verrà presto affrontato in tavoli di confronto con le associazioni. «Noi dobbiamo anche rispondere alle esigenze di chi vive nella zona. Le prime opere di pulizia sono iniziate a fine giugno, ma ora, con una situazione non più sostenibile saranno anche tutti i giorni – dice – Interveniamo al mattino perché si deve intervenire prima che la città si metta in moto. Non all’alba comunque. Le persone che dormono sotto San Francesco inoltre non mi pare abbiano difficoltà di movimento. Si tratta di un’operazione che dura pochi minuti».

1 settembre 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto