Rapine e pestaggi sui treni: quattro in pochi giorni

Treno Trenord linea Milano Asso

Salgono a quattro i colpi e le aggressioni avvenuti sui treni negli ultimi quindici giorni. L’ultimo in ordine di tempo risale a sabato sera, quando intorno alle 22 un 31enne della Guinea, residente a Grandate, sarebbe stato colpito con una bottigliata mentre era all’altezza della stazione di Caslino al Piano delle Ferrovie Nord, in arrivo su un treno partito da Milano e diretto a Como. L’uomo è stato poi soccorso all’ospedale di Cantù. Avrebbe riferito ai carabinieri di Appiano Gentile di non conoscere il proprio aggressore e di non sapere nemmeno i motivi del gesto. L’uomo non sarebbe stato rapinato. Risaliva al 9 febbraio invece una rapina con un coltello ai danni di due ragazzi di 17 e 18 anni di Guanzate. Colpo che avrebbe fruttato 300 euro in contanti. I protagonisti sarebbero tre giovani che poi si sono dileguati. La rapina sarebbe avvenuta nei pressi del sottopassaggio della stazione di Cadorago. Le due vittime erano appena scese dal treno che era partito da Como Lago e che era diretto a Milano. La denuncia di fronte ai carabinieri è stata poi formalizzata nei giorni successivi.
Risale invece all’8 febbraio un altro colpo, su cui in questo caso sta indagando la Polizia ferroviaria, andato in scena prima della stazione di Grandate, su un treno partito da Como Lago. In questo caso le vittime sarebbero due 14enni di Lomazzo, minacciati con un coltello mentre tornavano da scuola. I rapinatori, ragazzi anche in questo caso giovani, sarebbero poi scesi a Grandate scappando. Dinamica in tutto e per tutto simile a quanto avvenuto ad altri quattro giovani di Luisago, rapinati anche in questo caso sul treno in partenza da Como mentre erano diretti a casa. Il sospetto è che almeno questi due ultimi assalti possano avere la stessa mano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.