Resiste allo scippo, strattonata e gettata per terra

In città – I responsabili sarebbero due giovanissimi. Lo confermerebbero le testimonianze della vittima e dei primi soccorritori

Frattura a un gomito per una 77enne collaboratrice del patronato Cisl di via Brambilla

Nella borsetta aveva soltanto pochi euro, ma non ha voluto arrendersi ai due balordi, sembra giovanissimi, che la volevano scippare. Strattonata mentre camminava a Como, in via Brambilla, e buttata a terra, una pensionata di 77 anni ha subìto una grave frattura a un gomito ed è stata ricoverata al Sant’Anna.
Il tentato scippo è avvenuto in pieno giorno, attorno alle 15.30. La donna, una collaboratrice della Cisl, era appena uscita dalla sede del patronato e stava incamminandosi da via Brambilla

verso l’incrocio con via Rezzonico. All’improvviso, la 77enne è stata avvicinata da due ragazzini che hanno tentato di strapparle la borsetta. La pensionata si è ribellata e ha resistito ma, strattonata e spintonata, è caduta a terra battendo violentemente un braccio.
Vista la donna a terra, i due ragazzini sono fuggiti rapidamente a piedi. Un uomo che stava parcheggiando l’auto a poca distanza è subito intervenuto per soccorrere la 77enne e allertare il 118 e le forze dell’ordine. Ferita e spaventata, la pensionata è stata portata dalla Croce Azzurra al Sant’Anna dove i medici le hanno riscontrato una frattura a un gomito. La donna potrebbe avere bisogno di un intervento chirurgico.
In via Brambilla sono giunti gli agenti della Questura. I poliziotti hanno ascoltato il racconto della vittima e dell’uomo che l’ha soccorsa. Secondo quanto riferito dalla 77enne, ad aggredirla sarebbero stati due giovanissimi, quasi certamente minorenni. Una tesi che sarebbe stata confermata anche dai testimoni che hanno visto fuggire i balordi. Gli uomini della Questura hanno avviato le indagini per identificare i responsabili dell’aggressione.
La 77enne è stata ricoverata all’ospedale Sant’Anna. Nelle prossime ore, i medici valuteranno se sia necessario sottoporre la donna a un intervento chirurgico per ridurre la frattura. Spaventata e comprensibilmente sotto shock, la signora ha comunque riferito in modo preciso e dettagliato l’accaduto e ha fornito una descrizione dei ragazzini che hanno provato a sottrarle la borsa.

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.