Rientri dall’estero e Coronavirus, ecco le nuove regole dell’Asst Lariana

Test Coronavirus

Covid-19, ieri sono arrivate le regole della sanità locale per chi rientra in Italia da Spagna, Croazia, Malta e Grecia. E deve eseguire, come prescrive il ministero della Salute, il tampone nasofaringeo. L’Agenzia di Tutela della Salute ha spiegato che gli interessati, con obbligo di tampone, devono comunicare il proprio rientro al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di Ats Insubria, compilando il modulo sul sito www.ats-insubria.it.
In attesa dell’esecuzione del tampone – il cui appuntamento sarà comunicato al cittadino da Asst Lariana, ente preposto all’esecuzione del test – si dovrà attendere la comunicazione dell’appuntamento e non è consentita l’autopresentazione nelle strutture di Asst Lariana. Per ulteriori informazioni, contattare il numero verde 800.76.96.22 attivo dalle 9 alle 17 anche oggi e domani.
Ieri è stato preso d’assalto il numero verde di emergenza 11.61.17: «Mi scuso per le difficoltà di comunicazione riscontrate da molti cittadini – ha sottolineato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera – Invitiamo tutti ad agire nella massima serenità, è un’azione importante di screening preventiva, e non uno stato di emergenza». 
Ieri Gallera ha anche precisato che per chi torna da Spagna, Croazia, Grecia e Malta non è necessario «nessun isolamento fiduciario ma l’uso continuativo delle mascherine e della limitazione allo stretto necessario degli spostamenti. In presenza di sintomi è opportuno contattare con urgenza il proprio medico di base».
Alla segnalazione del proprio ingresso nel territorio italiano all’Ats, precisa la Regione, «devono fare seguito o la presentazione dell’esito del tampone effettuato nelle 72 ore antecedenti il rientro in Italia oppure l’effettuazione di un nuovo test molecolare naso faringeo entro 48 dall’arrivo a casa».
La situazione
Intanto il virus rialza la testa. Nella provincia di Como ieri sono stati registrati 6 nuovi casi. Il record di nuovi contagi è a Milano (+30); a seguire, Brescia con 12 e Bergamo con 7 nuovi positivi. Sono 8 i casi a Lecco e Pavia, 6 quelli a Varese e 4 a Mantova. A fronte di 7.464 tamponi effettuati ieri, i nuovi casi positivi sul territorio della Lombardia erano ieri in totale 97 (di cui 15 “debolmente positivi” e 2 a seguito di test sierologico). Da segnalare anche l’aumento di guariti e dimessi (+258).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.