Rolex nascosti nelle calze: denunciato

Guardia di finanza

Viaggiava in treno da Bellinzona a Milano e al confine tra Italia e Svizzera, alla domanda di rito su eventuali oggetti da dichiarare, ha risposto di non avere nulla.
In realtà, l’uomo, un cittadino di nazionalità britannica, nascondeva nelle calze e nella tasca interna della giacca due orologi di pregio per un valore totale di quasi 55mila euro.
L’uomo è stato controllato al confine ferroviario italo-svizzero dai funzionari dell’agenzia delle dogane e dei monopoli – che erano in servizio presso la sezione operativa territoriale di Chiasso – e dai militari della guardia di finanza del gruppo di Ponte Chiasso.
Insospettiti per le risposte non convincenti date durante il controllo e per l’atteggiamento ambiguo del passeggero britannico, i militari hanno deciso di approfondire il controllo e hanno scoperto che l’uomo nascondeva nei calzini e nella tasca della giacca due orologi da polso Rolex di pregio, il cui valore totale è di 54.533 euro.
L’ammontare complessivo dei diritti evasi, a titolo di dazio e Iva, è risultato pari a quasi 12mila euro. Una cifra che supera abbondantemente la soglia del semplice illecito amministrativo per la depenalizzazione del contrabbando, prevista se l’ammontare dei diritti evasi non supera i 10mila euro.
L’uomo è stato quindi denunciato, a piede libero, per contrabbando penale ed evasione di Iva all’importazione.
Gli orologi sono stati ovviamente sequestrati per la successiva confisca e sono stati depositati all’ufficio corpi di reato del tribunale di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.